Attacchi di panico: consigli per affrontarli

di Valentina Cervelli Commenta

Gli attacchi di panico possono colpire qualsiasi persona improvvisamente. Nel momento in cui accadono ci si sente smarriti, come se si stesse per morire. Vediamo insieme cosa si può fare per tentare di arginarli.

Parlare

La prima cosa da fare se si sta provando un attacco di panico e quello di parlare con qualcuno. Qualsiasi sia il momento e qualsiasi sia il soggetto della discussione: l’importante è riuscire a mantenere la connessione con qualcuno, avere una voce che riesca ad entrare nella testa ed ancorarla alla realtà. Bisogna pensare di portare l’attenzione la persona lontana dalla paura, qualsiasi essa sia e distrarre dai sintomi che si stanno provando.

Offre uno scudo dal mondo esterno

Anche costruire uno scudo nei confronti del mondo esterno può rivelarsi utile per aiutare le persone a dare un ordine alle proprie emozioni e dare il giusto spazio alle stesse per riuscire ad affrontare l’attacco in modo corretto. Chi soffre di attacchi di panico ha bisogno di una sorta di cuscinetto rispetto a ciò che lo circonda.

Essere presenti con delicatezza

Spesso e volentieri basta anche la sola presenza a dare alla persona che sta soffrendo di attacco di panico la sensazione di essere capita e lo spunto necessario per focalizzarsi sulla propria salute e su se stessi. È necessario esservi ma senza essere invadenti: se si sta sperimentando l’attacco è bene cercare qualcuno che sia capace di essere vicino senza esercitare maggiore pressione.

Rispettare lo spazio personale

Rispettare lo spazio personale di una persona che è vittima di attacchi di panico è basilare per dare la stessa la possibilità di far lavorare al meglio i propri sensi ed avvicinarsi solo nel momento in cui la stessa lo richiede, magari per un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>