Natale, attenzione ad ansia e jet lag famigliare

di Valentina Cervelli Commenta

Il Natale può essere causa di ansia e e di quello che viene definito “jet lag famigliare” ovvero una sorta di sindrome psicofisica che colpisce le persone che si ritrovano improvvisamente a dover coabitare con un numero eccessivo di parenti non visti da molto tempo ed in impegnati in attività non sempre appaganti o prive di stress.

natale-pupazzi

Non si parla di depressione natalizia, quanto proprio una sensazione di malessere fisico e mentale molto simile al classico jet lag che si sperimenta quando si fa un volo intercontinentale. E’ come se il fisico facesse fatica ad adattarsi. Solo che al posto delle tante ore di volo vi è il dover avere a che fare con famigliari, cenoni e regali. Ed il viaggio (stressante) per raggiungere questi ritrovi natalizi. Ovviamente non si tratta di un problema insormontabile. Ma come normale che sia bisogna lavorare su stessi per evitare che le feste non vengano irrimediabilmente distrutte.

La prima cosa da fare è quella di fermarsi un attimo e prendere un bel respiro: le feste di Natale accadono una sola volta nel corso dell’anno e possono rappresentare un’occasione perfetta per vivere il calore della famiglia o degli amici. Bisogna dare loro il giusto valore e pensare che in fin dei conti, qualche ora la si può anche spendere in compagnia. Al contempo però bisogna pensare a se stessi. E se l’ansia sale a livelli troppo importanti affidarsi a rimedi naturali come tisane, camomille ed erbe per mitigare la sensazione. In modo tale da riuscire a festeggiare con i propri cari senza problemi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>