Le 7 vie della felicità secondo il Financial Times

di E. Negri Commenta

Che cos’è la felicità? E come possiamo conquistarla? Questa volta a tentare di dare una risposta all’annosa questione è stato il prestigioso giornale Financial Times. Tuttavia non si tratta di banali consigli o di saggi suggerimenti: il quotidiano ha cercato di ricostruire in modo scientifico i nostri sentimenti, calcolando l’impatto emotivo di alcuni momenti della nostra vita, classificandoli anche per durata e qualità.

Il risultato? Una lista dei sette modi per essere felici, costruito su base empirica, il più razionalmente possibile. E le conclusioni sono sorprendenti: basti pensare che tra i momenti maggiormente positivi è citato il divorzio.

Inoltre, se i soldi non fanno la felicità, forse quest’ultima può avere un valore economico. Almeno secondo i ricercatori interpellati per il Financial Times da Nick Powdthavee e Carl Wilkinson: questi esperti hanno infatti stilato una classifica in sette punti per quantificare in modo inequivocabile il valore di alcuni eventi o sensazioni. Ad esempio una salute eccellente vale 1 milione e 300mila sterline, il matrimonio 200mila sterline, stare bene con i propri vicini 129mila, andare in pensione 114mila. Al contrario, la morte di un amico ci costa, in termini psicologici, qualcosa come 8mila sterline, quella di un figlio 126mila, il divorzio 296mila e la morte del partner 312mila.

Quali sono dunque questi sette ingredienti della felicità secondo il Financial Times?

Il denaro: I soldi non comprano la felicità, ma aiutano. Infatti coloro che hanno già soddisfatto la maggior parte dei bisogni, attraverso il denaro comprano una felicità aggiuntiva grazie all’acquisizione di uno status più prestigioso nella società.

Gli amici: Molto più importanti del denaro sono gli amici: valgono infatti di più di una esclusiva Ferrari 612 Scaglietti. Ad esempio un aumento di stipendio di mille sterline è associato a un incremento della felicità pari a 0,0007 punti, mentre vedere i propri amici più spesso a un incremento pari a 0,161 punti.

Vincere la lotteria: Una delle più sorprendenti scoperte nelle recenti ricerche dimostra che, prima di godersi una forte vincita alla lotteria, sono necessari almeno due anni. Perchè un euro vinto non vale lo stesso di un euro guadagnato.

Perdere il lavoro: Perdere il lavoro è una delle esperienze più difficili della vita. Ma chi è già disoccupato, secondo lo studio, vedrà alleggerito il proprio dispiacere se numerose altre persone sono a loro volta senza impiego.

Amici grassi: Quando le altre persone sono grasse più grasse di noi, non ci sentiamo di dover competere e quindi siamo più felici, secondo i ricercatori.

Il divorzio: Il peggiore momento per gli uomini è l’anno che precede il divorzio. Al contrario, il momento peggiore per le donne inizia due anni prima del divorzio, con la loro felicità sul punto di risollevarsi nell’anno che precede la separazione.

Buon vicinato e amici sempre più vicini: Se un amico che vive entro un miglio di distanza da noi diventa significativamente più felice, la nostra felicità aumenta del 25%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>