Ricerca, meno stress e più attenzione rivolta ai figli per le neo mamme

di Gianluca Molinaro Commenta

Quali sono le conseguenze dei cambiamenti a livello del circuito neuroendocrino nel comportamento delle neo mamme? Secondo una nuova ricerca dell’Indiana University’s Kinsey Institute e dell’Università di Zurigo, in seguito a tali modificazioni, la percezione dello stress da parte delle mamme diminuisce e ciò favorisce sicuramente l’instaurarsi di una relazione più armoniosa con il neonato.

Allo studio, pubblicato sulla rivista online Social Cognitive and Affective Neuroscience, hanno partecipato neo mamme e nullipare, di età media di 27 anni, ed entrambi i gruppi considerati, durante l’esperimento, sono stati invitati a guardare immagini inquetanti che potevano alzare i livelli di stress percepito. Dall’analisi delle immagini del cervello, attraverso la risonanza magnetica funzionale, i ricercatori hanno osservato differenze significative tra i due gruppi: rispetto al gruppo delle donne che non avevano figli, infatti, le neo mamme si caratterizzavano per una ridotta attività dell’amigdala, la struttura del cervello deputata al controllo della risposta emotiva. Tuttavia se alle donne senza figli veniva somministrato l’ormone ossitocina, attraverso uno spray nasale, le immagini della risonanza magnetica sembravano simili a quello delle donne dopo il parto. Per misurare I livelli di stress percepito i ricercatori hanno analizzato, attraverso un prelievo delle urine, i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress.

“I nostri risultati ampliano il lavoro precedente che mostra un’inferiore risposta allo stress con la maternità che migliora probabilmente la capacità di far fronte a questo nuovo ruolo drammatico”,

ha detto l’autore Heather Rupp, direttore di psicologia e neuroscienze al Surgery Worldwide Inc.

Rispetto a studi precedenti, che avevano dimostrato come le neo mamme sono più sensibili ai potenziali rischi per la salute dei neonati, questo studio ha messo in evidenza come le neo mamme sono meno sensibili alle fonti di stress non direttamente collegate al bambino. Nel determinare questi cambiamenti probabilmente gioca un ruolo importante anche l’ossitocina che viene rilasciata in grandi quantità durante e dopo il parto.

Foto Credits /  storyvillegirl su Flickr

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>