Genitori, qual è l’effetto della depressione paterna sui figli?

di Gianluca Molinaro Commenta

Quali sono gli effetti della depressione paterna sui  figli? Secondo  uno studio dell’Università dell’Illinois quando i padri riportano un alto livello di intimità emotiva nel loro matrimonio questa armonia produce dei benefici sui figli. Nancy McElwain, professore di sviluppo umano, a proposito di genitori che soffrono di depressione e del partner che svolge una funzione di sostegno, ha dichiarato:

“Quando un genitore interagisce con il loro bambino ha bisogno di essere in grado di partecipare al suo stato emotivo (…) e notare se lui è sempre frustrato o ha bisogno di aiuto. I genitori depressi hanno più difficoltà a farlo.”

Ed a proposito della funzione di supporto fornita dal partner nei confronti del padre depresso Jennifer Engle, autore principale dello studio, sostiene quanto segue:

“Il coniuge di supporto appare per tamponare gli effetti della depressione del padre. Lo possiamo vedere nel comportamento dei bambini quando stanno lavorando con il loro papà. I bambini sono più persistenti e impegnati.”

Nello studio, i ricercatori hanno analizzato i dati provenienti da un sottoinsieme di 606 tra bambini e genitori i quali avevano preso parte all’ Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development (NICHD) Study of Early Child Care and Youth Development.

I genitori sono stati valutati in base a due scale: una di queste misurava i sintomi depressivi, un’altra le loro percezioni di intimità emotiva all’interno del matrimonio. I genitori, inoltre, sono stati osservati interagire con il loro bambino, di età compresa tra  durante attività semi-strutturate. Tali osservazioni sono state effettuate quando i bambini avevano 4 anni e mezzo e poi 6 anni e mezzo. La Engle, commentando i risultati, ha dichiarato:

 “In questa fase di sviluppo del bambino, un genitore impegnato è molto importante. La capacità del figlio o della figlia di concentrarsi e persistere in un compito quando sono frustrati è fondamentale nel rendere un successo la transizione dalla scuola materna alla scuola formale.”

È interessante notare che le madri depresse non hanno ottenuto la stessa spinta da un coniuge di supporto e ciò potrebbe dipendere da differenze di genere rispetto alla risposta che si mette in campo di fronte alla depressione.  Gli uomini tendono a ritirarsi, le donne tendono a ruminare interrompendo la loro capacità di essere disponibile e solidale con i propri figli. Lo studio sottolinea la necessità per i genitori depressi a chiedere un sostegno, proveniente se non dai loro coniugi, da amici, familiari o professionisti della salute mentale.

Foto Credits |mikebaird on Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>