I trentenni di oggi sono dei “pirla” e dei depressi?

di Tippi 4

Per quanto ne dica Luca Argentero, che da concorrente della casa del Grande Fratello a conduttore del programma “Le Iene” ne ha fatta di strada, e che ha definito i trentenni di oggi, una generazione di pirla, secondo una ricerca americana condotta di recente, i giovani sono equilibrati e felici.

Secondo l’ex gieffino, infatti, i trentenni di oggi sono del tutto incapaci di amare. Vogliono godersi la vita fino a 40 anni e fare i figli tardi. Rimandano, usando come alibi le questioni di lavoro o i soldi, ma si tratta di semplici scuse. Il problema della nuova generazione, secondo il suo parere, è la mancanza di progettualità.

Forse qualcuno potrebbe prendersela a male, facile per uno come lui non avere paura della precarietà del lavoro, una situazione che destabilizza seriamente la vita della gente e soprattutto dei trentenni, che troppo spesso devono accontentarsi di lavori saltuari o a progetto, perché non hanno la laurea giusta, o la fortuna di arrivare al successo usando come trampolino un programma televisivo.

Qualcun’altro, invece, starà pensando che Luca Argentero ha perfettamente ragione, i trentenni di oggi non si sposano più, preferiscono la convivenza al matrimonio, anche se hanno un figlio, o decidono di restare a casa con mammina e papino perché è più comodo, anche se il lavoro non è un problema. Se vai a vivere da solo, come fai ad avere l’ultimo modello dell’iPad, altrimenti?

Una citazione di Orazio, a questo, punto, non ci starebbe male:

La virtù sta nel mezzo, tra due vizi opposti, ben lontana da entrambi.

Tra chi vede i trentenni come dei depressi e incapaci di amare, incapaci di lasciare il nido lusingati dalla sirena della comodità, e chi li definisce felici ed equilibrati perché così dicono i “numeri”, preferisco Orazio e il suo invito di cercare quello che sta nel mezzo, e voi?

Commenti (4)

  1. Si certo…con 1200 euro e la maggior parte delle amiche che studia!!…dove vado?!…mi son fatta un culo enorme per arrivare dove sono ora!!!

    1. Sono d’accordo con te, tanti trentenni sono ammirevoli per gli sforzi che fanno, nonostante la precarietà del lavoro destabilizzi ogni ambito della vita.

  2. i trentenni di oggi ne hanno piene le ………di qusta società da schifo ……le persone veramente capaci non hanno spazi e i pochi che riescono hanno conoscenze e spesso sono idioti….purtroppo è vero non abbiamo le palle di ribellarci perchè se non si lavora non si vive ,lo sbaglio è accettare lavori precari ,se tutti rifiutassero sarebbero costretti a cambiare le cose………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>