Allontanarsi da ciò che fa male per stare meglio

di Valentina Cervelli Commenta

Allontanarsi da ciò che fa male per stare meglio: un comandamento speciale che dovrebbe essere messo in atto come buon proposito di inizio anno. L’unico forse considerabile accettabile.


Perché in realtà quando si fa la classica lista dei buoni propositi dell’anno si rischia semplicemente di caricarsi dello stress di aspettative proprie ed altrui quando in realtà, basterebbe approcciare la vita con un pizzico di amor proprio in più per sentirsi davvero bene.
Perché consigliamo di allontanarsi da ciò che fa male? Attenzione non stiamo suggerendo di mollare tutto e gettare all’aria famiglia ed affetti, ma di liberarsi di quel superfluo del quale si può fare a meno nell’ordine delle cose. Talvolta infatti, non volendo, ci lasciamo suggestionare e trasportare da qualcosa che dovrebbe renderci felici ma che in realtà ci crea solo stress ed ansia.

Se un hobby o un passatempo che una volta amavamo ci crea le suddette emozioni, non è di certo qualcosa da continuare a coltivare. Ed ancora: se una persona continua a ferirci, parliamole e cerchiamo il dialogo. Ma in caso non sia possibile riuscire a trovarlo o non ne valga la pena, facciamole capire che se non cambiano le cose vi potrebbe essere un distacco.

Allontanarsi da ciò che fa male significa anche scacciare dalla propria vita emotiva le cose e le persone che la rendono più difficile. E’ un lavoro che dobbiamo fare su noi stessi, favorendo una corretta gestione delle emozioni piuttosto che l’ammassarsi di sensazioni sgradevoli poi difficili da gestire nella vita di tutti i giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>