Lo stress si combatte allattando

di Francesco Russo Commenta

 

La notizia risulterà strana, considerando tutta la stanchezza e lo stress che una gravidanza comporta per una donna. Ma come dire? Come nella migliore tradizione, guardare quel piccolo pargoletto fra le proprie braccia fa in modo da spazzare via tutte le cose brutte accumulate. Ma soprattutto l’allattamento al seno comporterebbe meno stress. Ciò è quanto è stato affermato da uno studio dell’Università della California, descritto su Psychological Science, che ha effettuato una serie di test su un gruppo di 55 donne, tra cui erano presenti 18 mamme che allattavano al seno, 17 che allattavano artificialmente e 20 che non avevano figli.

 

Le donne sono state poste in analoghe condizioni di stress, provocate dal doversi fronteggiare con altre mamme. Sembrerebbe che le diciotto donne che allattavano al seno sono risultate dotate di più coraggio. Si sono fatte rispettare di più, ma nonostante questa situazione di stress in cui sono state inserite hanno dimostrato  dei valori pressori mediamente più bassi. In pratica, la pressione sistolica delle donne che allattavano al seno è risultata più bassa di 12 punti rispetto alle donne senza figli e di 10 rispetto alle madri che allattavano artificialmente. Questo comportamento accomunerebbe le madri a dei comportamenti tipici degli animali e dei mammiferi, come afferma la dottoressa Jennifer Hahn-Holbrook:

 

“L’allattamento al seno ha molti vantaggi per la salute di un bambino e l’immunità. Ma non tutti sono a conoscenza di altri benefici per la madre. La renderebbe più incline a difendere la propria prole, questo non vuole dire che la mamma diventi aggressiva e vada in giro a fare a botte; al contrario è più mansueta ma all’occorrenza, se qualcuno o qualcosa minaccia il proprio piccolo, allora tira fuori le unghie. Questo genere di reazione da parte delle madri che allattano è ben conosciuta in natura e nei mammiferi.”

 

Insomma, le mamme che allattano dimostrano di avere calma e sangue freddo. Niente male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>