Cosa mangiare contro la depressione

di Valentina Cervelli Commenta

La depressione è una malattia seria e reale della psiche che deve essere curata con il supporto di un professionista: ciò non toglie che ci si possa dare una mano consumando degli alimenti che con i loro nutrienti diano all’organismo quello di cui ha bisogno per reagire al meglio.

Omega 3 contro la depressione

Essendo una patologia la depressione può essere curata con l’ausilio di farmaci, sotto controllo medico e con della psicoterapia cognitivo comportamentale e approcci naturali che possono funzionare di supporto. E l’alimentazione è proprio uno di questi. Ovviamente non esiste una dieta capace, inconfutabilmente, di curare la depressione ma è risaputo che alcuni cibi siano in grado di stimolare la produzione di ormoni favorevoli alla nostra salute psicofisica: consumarne nelle giuste quantità può rivelarsi un toccasana.

Parliamo di nutrienti: gli omega 3 possono essere considerati quasi una panacea grazie all’effetto che hanno nei confronti del cervello. Essi sono conosciuti anche con il nome di acidi grassi polinsaturi e svolgono diverse funzioni nei confronti dei neuroni: secondo alcuni studi svolti negli ultimi tempi sarebbero in grado di facilitare i processi che danno vita a diverse sensazioni come quelle della felicità, dell’entusiasmo e dell’ottimismo.

Una funzione che è riconosciuta anche da esperti e scienziati: si è notato infatti che in coloro che non ne assumevano abbastanza fosse possibile riscontrare con maggior facilità tristezza e ansia. Scientificamente la quantità di acidi grassi essenziali nel nostro cervello dovrebbe essere pari al 15%: è stato notato che nelle persone depresse queste quantità e pario a circa il 3% o 4%. Se a ciò si aggiunge il fatto che una carenza di omega 3 sia in grado di causare problemi cognitivi e disturbi comportamentali, va da sé che la loro assunzione è basilare se si vuole stare bene e aiutarsi naturalmente.

Alimenti da mangiare contro la depressione

Fortunatamente sono diversi e di differente origini i cibi che contengono omega 3: i più importanti sono senza dubbio salmone, sgombro, tonno  e sardine, ma anche granchi e gamberi. Non c’è da stupirsi che la maggior parte dell persone si sentano meglio e più felici dopo aver consumato sushi e sashimi.

Battute a parte, questi alimenti sono quelli che ne contengono in forma più gradevole, ma allo stesso modo è possibile consumare noci e frutta secca per recuperare il fabbisogno giornaliero di acidi grassi. Per lo stesso motivo è consigliato il consumo di verdure come gli spinaci, i cavoli, i broccoli, i cavoletti di Bruxelles. O ancora di alghe, semi di lino e semi di chia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>