Felicità, un aiuto dal profumo delle patate al forno!

di Tippi Commenta

patata rende felici

Sembra che il profumo delle patate cotte al forno metta di buonumore e ci renda più felici evocando ricordi piacevoli, nessuna allusione volgare! A sostenerlo è il dottor Avinash Kant, uno degli autori di questo curioso studio, di cui ne riportata notizia il Daily mail.

Ai partecipanti coinvolti nello studio, infatti, sono state presentate delle patate cotte al forno dimostrando più o meno la stessa reazione. E’ stato chiesto loro se e cosa ispirasse alla vista, ma soprattutto all’olfatto un bel piatto di patate al forno.

Per la maggior parte, infatti, l’aroma delle patate evocava felici legati all’infanzia, ai nonni o i pranzi in famiglia. A tale proposito, il dottor Kant ha descritto questo fenomeno come “effetto Maillard”.

Come ha spiegato lo stesso dottor Kant:

Gli aromi alimentari e il loro riconoscimento è una funzione complessa del cervello che abbiamo iniziato solo di recente a capire, ma questa ricerca va in qualche modo a spiegare perché abbiamo una tale risposta emotiva verso le patate al cartoccio. Gli aromi composti che si formano durante il processo di cottura sono inconsciamente riconosciuti dai nostri ricordi. La memoria attivata dipende dall’esperienza che si è avuta la prima volta che abbiamo mangiato una patata al forno. La maggior parte dei nostri soggetti è associato con un risultato positivo di memoria – un nonno preferito, una cena con la famiglia o una notte con falò.

Quello che serve, dunque, per riattivare i pensieri felici, che, come diceva Peter Pan, sono quelli che ti portano in aria, basta un bel piatto di patate al forno profumate e croccanti. Ma gli esperti avvertono, questo aroma che tanto fa bene al nostro umore e ci offre una piacevole e ricca esperienza sensoriale, si sprigiona solo quando le patate sono cotte a temparture molto alte e il microonde non funziona!

Gli aromi alimentari e il loro riconoscimento è una funzione complessa del cervello che abbiamo iniziato solo di recente a capire – ha spiegato Kant – Ma questa ricerca va in qualche modo a spiegare perché abbiamo una tale risposta emotiva verso le patate al cartoccio. Gli aromi composti che si formano durante il processo di cottura sono inconsciamente riconosciuti dai nostri ricordi. La memoria attivata dipende dall’esperienza che si è avuta la prima volta che abbiamo mangiato una patata al forno. La maggior parte dei nostri soggetti è associato con un risultato positivo di memoria – un nonno preferito, una cena con la famiglia o una notte con falò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>