Vedere film drammatici ci fa sentire più felici

di Luca Fiorucci Commenta

I film drammatici, spesso, riscuotono un grande successo, basti pensare al celebre “Titanic”, e talvolta sono maggiormente apprezzati proprio per la loro “tragicità”. Secondo una ricerca condotta dalla professoressa Silvia Knobloch-Westerwich, dell’Ohio State University, ciò sarebbe dovuto al fatto che vedere film drammatici, in realtà, ci fa sentire meglio, ci rende più felici, almeno nel breve periodo. Ciò avverrebbe perchè questo genere di film ci fa pensare ai nostri affetti più cari e ci fa apprezzare meglio alcuni aspetti della nostra vita.

La professoressa Knobloch-Westerwich ha spiegato: “Le storie tragiche di solito si focalizzano sui temi dell‘amore eterno, e questo porta gli spettatori a pensare ai propri amati e a considerarli una benedizione”. Tale singolare effetto delle tragedie sarebbe tanto più forte quanto più le persone pensano alle proprie relazioni, e, in tal modo, maggiore sarebbe l’aumento di stati d’animo positivi e di felicità. Gli spettatori che, invece, in conseguenza del film, fanno riflessioni su se stessi, del tipo”la mia vita non è così male come in questo film”, non proverebbero tale incremento di benessere.
La ricerca ha coinvolto 361 studenti del college che hanno visto una versione abbreviata di un film che racconta la storia di due innamorati che si ritrovano ad essere separati e muoiono a causa della guerra. Secondo la dottoressa Knoblock-Westerwich, le persone che provavano tristezza mentre vedevano la pellicola erano probabilmente quelle che poi avrebbero pensato alle persone con le quali avevano relazioni più intense, e ciò, a sua volta, avrebbe poi provocato una maggiore felicità collegata al gradimento del film.
La professoressa Knoblock-Westerwich ha commentato: “Sembra che le persone usino le tragedie come una maniera per riflettere sui rapporti importanti nella loro vita, per considerare quelli loro come benedizioni. Ciò può aiutare a spiegare perchè le tragedie sono così popolari con il pubblico, nonostante la tristezza che provocano.”
I ricercatori hanno inoltre cercato di verificare se le persone si sentissero meglio dopo aver visto un film drammatico perchè paragonavano se stessi ai personaggi della pellicola e vedevano che la loro vita era migliore, ma non accadeva così: le persone che vedendo il film pensavano a se stesse, piuttosto che ai loro rapporti più stretti, non si sentivano più felici. La dottoressa Knoblock-Westerwich ha spiegato che già altre ricerche hanno dimostrato che gli stati d’animo negativi rendono le persone più riflessive, per questo si vedrebbe qualcosa di drammatico per sentirsi più appagati delle proprie relazioni. ”
“Vedere un film tragico circa degli amanti sfortunati può renderti più triste, ma ciò ti porta a pensare di più ai tuoi rapporti più stretti e ad apprezzarli di più” ha affermato la studiosa. La dottoressa ha inoltre spiegato che da altri studi, invece, è emerso che i rapporti sentimentali sono generalmente la cosa che ci rende più felici, per questo pensare ai propri amati ci farebbe star meglio.

Foto Credits/cliff1066à,,ç su Flickr

L.F.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>