INFORMIAMICI, grande successo anche per la seconda edizione del progetto legato ai giovani

di gianni puglisi Commenta

È arrivato anche quest’anno il tempo di premiare i migliori progetti nell’ambito della campagna di comunicazione Informiamici, che ha visto per la seconda volta in due anni sfidarsi diversi licei artistici di tutta Italia. La premiazione si è svolta presso il Centro Congressi Spagna. Le tematiche principali che sono state toccate quest’anno hanno un valore particolarmente centrale nella vita di tutti i giovani e spesso si tratta di informazioni che vengono sottovalutate e prese alla leggera.

Il progetto Informiamici, infatti, è ruotato intorno a tematiche come il bullismo, il cyberbullismo, le infezioni che si trasmettono per via sessuale, i metodi di contraccezione e la contraccezione d’emergenza. La sfida era quella di comunicare informazioni importanti in merito a tutti questi argomenti, tra cui la nuova pillola del giorno dopo, meglio conosciuta con il nome commerciale di ellaOne, che permette di salvarsi “in calcio d’angolo” per evitare una gravidanza indesiderata. A vincere la seconda edizione di questa interessante campagna è stato ancora il Liceo Caravaggio di Roma, grazie al progetto PIC #PrendiloInConsiderazione, che è stato realizzato grazie al lavoro di gruppi di studenti coordinati dalla docente Claudia Stefani. Ottimo l’impatto grafico, che ha espresso il preservativo come un kit di base di vari sport, mentre ha identificato la pillola del giorno dopo come il mezzo per salvarsi in extremis.

La giuria ha voluto assegnare due ulteriori riconoscimenti. Si tratta del premio per l’impegno sociale, che è andato al progetto #Svitailbullo dell’Istituto Europa Woolf di Roma, e del premio alla creatività, che è finito nelle mani del Liceo Boccioni di Milano, grazie al progetto #goditelasututtalalinea.

La curatrice dell’iniziativa, la dottoressa Maria Luisa Barbarulo, insieme al Prof. Emilio Arisi, presidente SMIC, hanno assegnato una borsa di studio al gruppo vincitore del primo premio, con un valore di 1000 euro per ciascun studente partecipante, che dovrà essere speso per almeno la metà in formazione. Gli altri due premi, invece, avevano un valore pari a 500 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>