Meno stress se si va in moto

di Valentina Cervelli Commenta

Non è la prima volta che viene sottolineato: andare in moto riduce lo stress. Una ricerca qualche anno fa lo aveva ipotizzato ed una più recente l’ha confermato: spostarsi su due ruote aiuta a vivere meglio.

E questo vale per uomini e donne e poco ha a che vedere con l’invidia del pene e problematiche psicologiche simili. I primi a sostenerlo furono Yamaha ed il dott. Ryuta Kawashima,  i quali avevano fatto sapere al mondo, grazie ad una ricerca dedicata, che vi sono differenze nel funzionamento del cervello e nella stimolazione dello stesso fra chi guida regolarmente una moto, chi non lo fa da almeno 10 anni e che grazie alla sua guida le funzioni cognitive migliorano, con particolare focus sulla corteccia prefrontale. Il campione di motociclisti di età compresa tra i 40 ed i 50 anni che venne studiato dimostrò come l’andare in moto anche per piccoli tratti possa avere dei benefici sull’organismo grazie alla maggiore concentrazione necessaria per guidare.

Lo studio più recente è stato finanziato dalla Harley-Davidson ed ha preso in considerazione un gruppo di 40 motociclisti esperti ai quali sono stati analizzati l’attività cerebrale, il battito cardiaco e i livelli di adrenalina, noradrenalina e cortisolo dopo aver guidato una moto per 22 minuti: è avvenuto poi il confronto con coloro che avevano guidato per lo stesso tempo un’automobile. In attesa di dare ufficialità alla ricerca nel corso del 2019 è stato reso noto che la moto avrebbe reso possibile una riduzione dello stress di circa il 28%.

Insomma, con le dovute precauzioni, un giro in moto fa tutt’altro che male!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>