Esame del sangue? Vincere la paura si può

di Francesco Russo 1

 

Quante volte abbiamo accompagnato i nostri bambini all’ASL per il prelievo del sangue o quante volte ci siamo seduti noi su quella sedia per far prelevare al medico il nostro sangue per delle analisi di routine? Lacrime, urla, paura. Molto spesso non sono solo i più piccoli ad essere spaventati dalla semplice puntura per il prelievo del sangue. Per molti si tratta di una vera e propria tortura, prima finisce meglio è. Le motivazioni possono essere le più varie: non si sopporta la vista del sangue, si ha paura del dolore da poter provare, si pensa di svenire. Pensiamo ad ognuno di questi “problemi”.

 

Per chi ha paura del sangue, non è consigliato di guardare l’ago o il braccio. Per questo è meglio concentrarsi su alcuni dettagli della stanza nella quale ci si trova, come un quadro o un calendario. Il tutto dura pochi istanti e vi distrarrete senza guardare il sangue. Se, invece, si ha paura di sentire dolore durante il prelievo si tratta di una paura immotivata. Gli aghi che vengono utilizzati oggi sono molto sottili e la zona del braccio coinvolta non ha tanti nervi. Ma le suggestioni non sono finite.

 

C’è anche chi, talmente condizionato dalla paura, pensa che con il prelievo di sangue si possa svenire. Ciò è assolutamente impossibile, ma bisogna stare molto calmi e scaricare l’ansia. Può essere d’aiuto parlare e sfogarsi con un amico o con un familiare, o addirittura con lo stesso medico che vi farà il prelievo. Ci sono poi persone in cui la paura non riguarda il prelievo in sé, ma il futuro.

 

Ciò che potrà risultare dalle analisi spaventa talmente tanto che si cerca di evitare di controllarsi. Questo è sbagliatissimo, perché si possono sottovalutare e trascurare anche dei piccoli problemi che poi possono diventare grandi. Quindi, se proprio non riuscite a controllare la vostra paura per il prelievo del sangue potete adottare qualche stratagemma per controllarla, come ripromettersi di fare qualcosa di estremamente piacevole alla fine dell’esame.

Commenti (1)

  1. Impossibile svenire? Ditelo a me.. mi è successo non una ma due volte! Ok una non stavo già bene.. ma la seconda era tutto per il prelievo.
    Non ho paura degli aghi, ho 3 tatuaggi e 2 piercing che mi è addirittura piaciuto fare. Io ho paura che l’ago mi si rompa dentro la pelle. So che è raro e se il medico è bravo non succede, ma mi sono trovata con medici incompetenti diverse volte. Una volta non riusciva a trovare la vena mi ha bucata 5 volte prima di decidere di mettermelo nel dorso della mano.. e li è cominciata la mia “fobia”, quando l’ago si è rotto.. mezzora per trovarlo e tirarlo fuori=(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>