Per l’autostima ci vuole una postura corretta

di Francesco Russo 1

 

Quante volte siamo in ufficio davanti al pc e sentiamo dei dolori alla schiena? Sedersi in modo corretto ed assumere una postura ottimale non è un dono di tutti. Ma sarebbe necessario adottare un tipo di postura corretta per poter godere dei benefici che questa può comportare. In particolare, uno studio americano ha considerato come stare dritti con la schiena giova non solo al fisico, ma anche alla nostra mente. Una postura corretta sarebbe il segreto per avere un’autostima in aumento. A questa conclusione è giunta la ricerca condotta dagli studiosi della Marshall University, in California, dove attraverso diversi esperimenti si è notato come il sedersi in modo adeguato sia il modo giusto per poter raggiungere un benessere psico-fisico ottimale.

 

L’adottare una postura corretta tutti i giorni riduce la sensibilità al dolore, ma dona anche una maggiore sicurezza, più forza ed autostima. Scott Wiltermuth, che è l’autore della ricerca, ha assicurato che sedersi in modo corretto fa sì che si accumuli anche meno stress e inoltre che i soggetti che lo fanno hanno una soglia del dolore molto elevata:

“I nostri dati implicano anche che ad esempio, quando si ha un dolore, sarebbe meglio stare dritti e non raggomitolarsi come, in effetti, viene spontaneo fare. La postura raccolta, infatti, può indurci a pensare di non avere il controllo delle nostre sensazioni, e questo a sua volta può avere un effetto negativo di intensificazione della percezione del dolore. Meglio sedersi spingendo il petto avanti e cercando di allargare il torace: il senso di potere e controllo che ne deriva può aiutarci a ridurre la soglia del dolore.”

Quindi, schiena dritta e petto in fuori sono i consigli migliori che si possano dare alla nostra mente e al nostro corpo. Le conclusioni della ricerca rimandano subito il pensiero ad alcune situazioni particolari di fronte alle quali un individuo si trova ad esistere. Basti pensare sul luogo di lavoro o mentre si sta affrontando un colloquio, lo stare in una posizione corretta non solo ci fa sembrare ordinati da un punto di vista visivo nei confronti del nostro interlocutore/esaminatore, ma soprattutto genererebbe, secondo gli studiosi, una migliore spigliatezza e quindi più forza nell’affrontare la situazione.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>