Perchè le superstizioni?

di E. Negri 2

Cos’è esattamente la superstizione? In generale si può dire che è ogni atto a cui si attribuisce il potere, del tutto irrazionale, di favorire un evento positivo o di scongiurarne uno negativo. Toccare ferro, non indossare indumenti di un certo colore, portare un talismano porta fortuna o fare gesti scaramantici sono solo alcune tra le migliaia di superstizioni che l’uomo ha creato.

Molte persone aderiscono al concetto di superstizione, indipendentemente dalla loro cultura, etnia, classe sociale o professionale. Ritroviamo simili atteggiamenti in tutte le popolazioni del mondo in una grande quantità di forme differenti. Addirittura alcune ricerche hanno evidenziato che anche gli animali sviluppano credenze e comportamenti irrazionali.
La superstizione, spesso figlia dell’ignoranza che ha creato diverse credenze popolari, è determinata anche dalla proiezione delle responsabilità al di fuori di sé: quando gli individui non sono capaci di spiegare e di controllare una determinata situazione, ne spostano le cause e gli effetti in una specie di sfera magica.

Koichi Ono dell’Università Konazawa di Tokio preparò una stanza con un tavolo sul quale erano fissate tre leve. Sulla parete di fronte al tavolo c’era un contatore connesso ad un computer programmato per farlo scattare ad intervalli prestabiliti. Alcuni studenti furono scelti per partecipare a quest’esperimento, con l’obiettivo di guadagnare più punti, senza spiegazioni su come fare. Nessuna azione degli studenti poteva in alcun modo attivare il contatore, ma loro non lo sapevano. Ben presto molti studenti coinvolti svilupparono diversi comportamenti superstiziosi, come arrampicarsi sul tavolo, picchiare sul muro, sul contatore o saltare ripetutamente fino a toccare il soffitto.

La superstizione non rimane quindi un fattore isolato dalla nostra mente: è un modo elementare di relazionarsi con il mondo. E in quanto tale, è sensibile alle pressioni psicologiche. Chi è molto stressato infatti può reagire anche con un aumento delle paranoie nel tentativo di darsi una spiegazione del perché la sorte li perseguiti con eventi negativi: basti pensare a persone che credono di aver subito il malocchio, poiché incapaci di elaborare le difficoltà della loro situazione.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>