Timidezza, come superarla in 3 semplici passi

di Valeria Del Treste Commenta

Quello della timidezza è un problema più frequente di quanto non sembri, molte persone riescono a mascherare questo aspetto del proprio carattere e, di conseguenza, a combatterlo. Purtroppo, però, sono altrettanti gli individui che, scoraggiati, lasciano che la timidezza prenda il sopravvento: sbagliato! Se è vero che ognuno ha determinati tratti caratteriali, non è detto che non possiamo migliorarli; ecco come possiamo aiutarci a superare la timidezza in 3 mosse.

1) Niente panico! Perchè lasciamo che la timidezza abbia la meglio? Innanzitutto perchè la “forza” della timidezza sta negli effetti che esercita sulla psiche e sul corpo. In realtà, però, dobbiamo tenere presente che le conseguenze di questa tensione emotiva, come sudorazione, accellerazione del battito cardiaco ed,in alcuni casi, anche difficoltà nel parlare, non sono altro che frutto di un modo di pensare e di affrontare il problema strettamente psicologico, che quindi possiamo controllare. Il primo passo è proprio quello di prendere veramente coscienza del fatto che siamo noi ad avere il potere di auto-controllo; una volta superato questo ostacolo (in realtà il più grande) siamo già a metà strada.
2) Analizza il problema. Spesso gli ostacoli della timidezza riemergono anche dopo aver vissuto una situazione di disagio, provocando rabbia ed insoddisfazione, facendoci sentire impotenti perchè non siamo riusciti ad essere all’altezza della situazione. Provare queste emozioni è normale e non è necessariamente un male, ma lo diventa se restiamo immobili e lasciamo che la situazione non migliori. A questo punto l’unica cosa da fare è capire il problema, il perchè delle nostre insicurezze che ci fanno sentire così “inferiori” rispetto agli altri; se non capiamo e superiamo l’origine è impossibile superare il problema superiore.
3) Osserva ed agisci. Cerchiamo di analizzare le situazioni in cui la timidezza si fa sentire maggiormente, osserviamole in modo oggettivo. Non vedremo più persone più intelligenti e brillanti di noi; anche gli individui più brillanti, quelli che parlano meglio spesso fanno gaffe. E cosa fanno per rimediare? Ci passano sopra, superano la situazione, magari sdrammatizzando con una bella risata. Osservare gli altri ci permette di prendere realmente coscienza del fatto che l’insicurezza che proviamo, la sensazione del non sentirsi all’altezza come se ci mancasse sempre qualcosa in realtà esiste solo nella nostra testa. Anche gli altri sbagliano e fanno figuracce esattamente come noi e la differenza sta nel come superiamo il problema, è un po come cadere per strada: per quanto antipatico, sempre meglio riderci su piuttosto che lasciare che un piccolo inconveniente ci cambi lo stato d’animo e ci lasci veramente a terra.
Foto: Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>