Accrescere l’autostima, consigli preziosi da Andrè e Lelord

di Valeria Del Treste 2

Quando si parla di autostima spesso si attribuisce un significato completamente diverso da quello che la parola possiede effettivamente, cioè abbiamo la tendenza a descrivere l’autostima come i vari aspetti che ci fanno apparire persone apprezzabili agli occhi degli altri.

Cosa significa avere autostima? Stimare significa valutare, che è diverso da essere valutati. A questo punto è il caso di formulare diversamente la domanda:  sulla base di quali valori valutate il vostro livello di autostima?

Christophe Andrè e Francois Lelord sono due psicologi francesi che hanno riscosso un grande successo con il libro “La stima di sè“, pubblicazione che offre consigli preziosi per imparare ad apprezzarci e ad amarci.

Chi ha bassa autostima tende a sminuire gli altri e crede poco nelle proprie capacità, che rapporta unicamente a come esse vengono giudicate dalla società, è cioè attento alle opinioni altrui più tosto che alla realizzazione personale.

Anche quando riesce a raggiungere il successo non è in grado di gioirne, al contrario lo teme perchè ha paura di essere messo in discussione e perchè è un’immagine in contrasto con quella in cui è abituato a vedersi.

La maggior parte degli individui che hanno scarsa autostima proviene da genitori che fin da piccoli hanno creduto poco nelle capacità dei figli, ma non per questo sono condannati a sentirsi impotenti a vita.

Andrè e Lelord sostengono che la cosa più importante è ridefinire la scala dei valori, evidenziando quali sono le caratteristiche e gli scopi che possono condurci al benessere personale.

L’obiettivo è lavorare soprattutto su tre aspetti: il rapporto con sè stessi, il rapporto sull’azione e il rapporto con gli altri. Essere padroni di sè stessi non significa soffocare le proprie paure o emozioni ma credere fermamente di possedere le capacità che ci rendono felici e di poter cambiare quello che non ci piace.

Per farlo dobbiamo alimentare la fiducia in noi stessi attraverso ogni piccolo successo, imparando a conoscere e ad utilizzare il nostro potenziale pensando esclusivamente al nostro benessere e non al giudizio degli altri.

Commenti (2)

  1. check this link, to take huge discount for less

  2. A Dallas couple tied the entanglement wearing Boston Marathon medals three and a half hours after two explosions spun the joyful affair into a bloody predominant tragedy.
    Without insomuch as the butchering, Kelli Johnston and Robert Watling ran to the altar in the Boston Mediocre at 6:20 p.m. Monday.
    “We were torn with perchance having to aside or proclamation an selection spot excuse of appreciate as a replacement for the victims,” Kelli told the Habitually News.
    “But we in actuality did not deficiency to step in to terrorists — if that’s truly what this was a conclusion of — because that’s their as a rule goal. They are distressing to disintegration things. They are infuriating to note down you to replacement things like that. So we were not successful to present in to that.”
    The Common, typically abuzz with work out below par on and rejoicing after marathons of years previous, was in all respects empty.
    Eerily quiet.
    The nerve-racking sirens of ambulances and the heat cars were the no more than doubtful sounds to holing the unmoving, somber haughtiness of the terrism

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>