Afte in bocca: quali sono i rimedi più diffusi

di Beatrice Nardi 0

Spread the love

Una spiacevole sensazione di fastidio o di bruciore precede spesso e volentieri la formazione delle afte. Per quanto fastidiose, di solito regrediscono autonomamente nel giro di pochi giorni, ma ci sono comunque tanti prodotti in commercio che possono rendere più rapido tale processo.

Le modalità di trattamento delle afte in bocca rappresentano, tra le altre cose, una delle domande che vengono poste più di frequente ai dentisti. Se è vero che, spesso e volentieri, scompaiono da sole, è altrettanto risaputo che, nei giorni in cui sono presenti, possono comportare notevole bruciore e dolore.

afte in bocca

Quali sono le possibili cause

Ci sono diverse motivazioni legate all’insorgere delle afte in bocca. Si potrebbe trattare di un’infezione di carattere virale oppure di carenza di vitamine, patologie gastrointestinale, ma anche lesioni o infiammazioni legate a qualche cibo oppure potrebbe anche essere colpa dello stress.

Come intervenire per il trattamento delle afte in bocca

Tra i vari trattamenti che si possono applicare sulle afte sono da segnalare alcuni prodotti specifici, che vengono applicati direttamente sulla piccola ferita in questione. Quali sono i rimedi per le afte in bocca? Esistono diversi prodotti in diverse forme, che si caratterizzano per creare una sorta di pellicola protettiva che va a proteggere la mucosa della bocca dagli agenti esterni, favorendo la cicatrizzazione e alleviando la sensazione dolorosa.

Trattamenti casalinghi da applicare sulle afte

Tra le alternative, di natura tipicamente casalinga, per la risoluzione del problema legato alle afte, troviamo senz’altro l’uso del ghiaccio e del bicarbonato di sodio. Nel primo caso, il ghiaccio garantisce un’azione sedativa rispetto al dolore, diminuendo notevolmente lo stato infiammatorio. Il bicarbonato di sodio, sciolto in mezzo bicchiere d’acqua, può essere sfruttato per fare dei veloci risciacqui che danno senz’altro una sensazione di sollievo. Altrimenti, il bicarbonato di sodio può essere impiegato anche per realizzare una pasta, mischiandolo a un pochino d’acqua, applicando tale composto direttamente sull’afta. Mantenetelo per qualche minuto sull’afta, in maniera tale che possa agire e poi potete sciacquare con dell’acqua fredda.

Anche la propoli rappresenta un ottimo rimedio naturale: si tratta di una soluzione che è notevolmente diffusa proprio per via dell’attività antisettica che la caratterizza. Non è un caso, infatti, che la propoli sia un rimedio molto sfruttato per il trattamento delle bruciature sulla pelle, così come di irritazioni e per contrastare la formazione di antiestetici brufoli.

L’alimentazione, equilibrata e sana, svolge un ruolo fondamentale per evitare lo sviluppo di fastidiose afte. In ogni caso, evitate di consumare cibi troppo acidi oppure piccanti in presenza di afte in bocca, cercando di prestare inoltre maggiore attenzione ad una corretta igiene quotidiana. Piccolo suggerimento: è sempre meglio evitare che lo spazzolino vada a sfregare in maniera eccessivamente energetica sui denti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>