Ansia nelle relazioni sociali? Riprendi il controllo!

di Valeria Del Treste 2

Quante volte camminando per strada avete avuto l’impressione di essere sotto gli occhi di tutti e vi siete sentiti terribilmente a disagio? Quella di essere costantemente osservati e giudicati è una paranoia abbastanza comune che però talvolta diventa così forte da influenzare negativamente le relazioni interpersonali; ecco come evitare che l’ansia sociale assuma il controllo.

Cos’è l’ansia sociale? Anche detta sociofobia, è un disturbo che genera stati di malessere e disagio quando ci troviamo a contatto con altre persone; ci si sente un pò come il soggetto della foto, cioè si ha l’impressione di essere al centro delle attenzioni di tutti. A me è capitato di trovarmi in situazioni del genere e dopo a ripensarci mi sento un’idiota ma in quel momento ho avuto l’impressione non solo di essere osservata, ma proprio di essere al centro di una vera e propria critica dove “gli altri” riuscivano a vedere solo difetti e problemi, anche i più impensabili.
In realtà la cosa da fare in queste situazioni è capire che “gli altri” nella maggior parte dei casi pensano solo alle cose loro o che al contrario mentre noi siamo lì in preda alle paranoie il tizio di fronte a noi è molto più insicuro e problematico di noi! Quello che invece va assolutamente evitato è lasciare che l’ansia sociale prenda il sopravvento, ci sono persone che non sentendosi in grado di controllare il loro disagio si rassegnano ad una vita piena di paletti, limitando le loro relazioni sociali al minimo indispensabile,spesso solo nei social network come facebook o msn, ma in realtà questo non supera il problema. Infatti è assurdo pensare di fare a meno delle relazioni sociali ed il rimedio migliore è quello di affrontare l’ansia uscendo, parlando senza preoccuparsi di quello che pensano gli altri ma piuttosto cercando di dimostrargli il meglio di noi; è più facile a dirsi che a farsi e da questo nasceranno relazioni che evidenziano la realtà e cioè che anche gli altri hanno le nostre stesse insicurezze e che anche per loro l’interesse principale non è la critica ma l’interazione.

Foto: http://www.flickr.com/photos/kh2rac/3853683413/

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>