Bioenergetica ed equilibrio mente-corpo

di Valeria Del Treste Commenta

La società in cui viviamo, i pregiudizi o più semplicemente la paura di non essere accettati dagli altri ci portano a vivere con limiti sempre più opprimenti che sfociano nel malessere perchè mettono in discussione il nostro equilibrio tra mente e corpo. La bioenergetica è uno degli strumenti più efficaci ed utilizzati per ritrovare il benessere e la voglia di vivere non solo a livello mentale ma anche fisico e ci aiuta a contrastare gli effetti negativi causati dalla mancanza di serenità interiore.

La bioenergetica si basa sugli studi di psicologi post-freudiani ma è stata principalmente elaborata da Alexander Lowen ed il suo scopo è quello di ritrovare l’equilibrio mente-corpo.
In particolare si occupa di contrastare il divario, spesso trascurato, tra l’attività fisica e quella mentale; la maggior parte delle persone focalizza le proprie energie esclusivamente sugli impegni quotidiani e vive come se le due attività viaggiassero su due binari diversi.
La bioenergetica si serve di vari strumenti con lo scopo di ricongiungere le energie fisiche e mentali, dalle tecniche per migliorare la respirazione alla ginnastica posturale; si tratta di ottimi modi per toglierci la corazza e tornare a vivere con il massimo piacere. Proprio come le tartarughe, infatti, tendiamo a vivere circondati da un guscio difensivo che dovrebbe aiutarci a non soffrire ed a combattere il malessere che separa quello che desideriamo da quello che ci è permesso fare, ma che in realtà non fa che limitare le nostre emozioni. Questo guscio alla lunga ci rende più predisposti a divenire vittime di disturbi psicosomatici e l’impossibilità di far emergere i nostri pensieri e le nostre emozioni causa problemi posturali; una delle tecniche più utilizzate dalla bioenergetica è il grounding, incentrato sul contatto dei piedi con il terreno, che rappresenta la realtà.
Nel grounding l’individuo deve focalizzare la propria attenzione a livello addominale e liberare le proprie energie nel resto del corpo e tornando quindi ad esercitare controllo su se stesso attraverso l’attività sia fisica che mentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>