Tagliare i ponti con il proprio ex per tornare a vivere

di Tippi Commenta

Quando ci si lascia, voltare pagina, come si suol dire, non è un gesto così automatico come spesso si tende a credere, anche perché vivendo nell’era dei cellulari e di Internet è quasi impossibile sottrarsi al contatto continuo.

Quando una relazione d’amore arriva al suo capolinea, infatti, chi viene lasciato ha bisogno, per elaborare la perdita e riprendere le redini della sua vita, di non sapere più nulla dell’altro, e invece eccolo a sbirciare su Facebook i nuovi contatti dell’ex, o a mandare sms per non farsi dimenticare. Ma anche chi lascia, paradossalmente, non sa resistere alla tentazione di “controllare” l’altro, per pura curiosità o narcisismo. Questa situazione, chiaramente, non fa bene a nessuno e soprattutto alla persona lasciata, che più di tutti ha bisogno di capire che la storia è finita e che l’altro non c’è più.

Mettere un punto, è certamente doloroso, ma quando si evita di farlo, tutto si trascina a lungo e il passato rischia di diventare una zavorra pericolosa, che impedisce la trasformazione e la rinascita. Cosa bisogna fare allora?

Prima di tutto, è importante cercare la lontananza, sia nel caso della persona lasciata che di chi lascia, riducendo i contatti, almeno per un po’, anche con chi è in qualche modo legato all’ex. Seconda regola: bisogna cercare di non cadere in tranelli estremamente dannosi della mente come le nostalgie, i sentimentalismi, i sensi di colpa o l’istinto di protezione. Se si mantiene la distanza, la ripresa sarà molto più veloce e consapevole. Terza regola: mantenere la promessa (con se stessi) di tenersi lontano dall’altro fino a quando non ci si sente del tutto fuori dalla relazione e non si hanno nuove amicizie o nuovi interessi. Solo a questo punto, quando è stato creato un nuovo equilibrio, si può valutare l’idea di rivedere il proprio ex.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>