Dipendenze e fiducia in se stessi, la forza di smettere

di Paola P. 1

Dipendenze: che si tratti di vizi insani come il fumo, l’eccesso di alcolici, di caffeina, l’uso di droghe, il cibo spazzatura, piuttosto che di dipendenze emotive ed affettive o ancora di dipendenze intese come incapacità di liberarsi dalla morsa delle cattive abitudini, liberarsene diventa spesso prioritario non solo per stare meglio, e parliamo di salute fisica, ma anche per recuperare autostima, fiducia in noi stessi, nella nostra forza.

Per smettere di fumare piuttosto che di esagerare con cibo ed alcolici, ad esempio, ma anche in tutti gli altri casi, oltre a chiedere l’aiuto di professionisti che possono suggerirci il percorso migliore, graduale e meno deleterio per l’organismo, dobbiamo trovare dentro di noi la forza di accettare le nostre fragilità ed insicurezze, di affrontarle a mente lucida, senza sostanze o sensazioni che le camuffino temporaneamente, dandoci un momentaneo sollievo.

Perché fumiamo, beviamo in eccesso o a fine giornata ci ingozziamo di cibi unti e patatine? C’è una motivazione, quasi certamente, nascosta in questi vizi, che va oltre il piacere di farlo nudo e crudo. Stiamo cercando di coprire qualcosa, dal nervosismo all’ansia ad una brutta giornata ad un rapporto o una vita che non va nella giusta direzione. Stiamo cercando di sentirci più spavaldi, più pronti ad affrontare le difficoltà non guardandole in faccia, come dovrebbe essere, ma affogandole in un bicchiere, incenerendole in una sigaretta.

Tutto nasce spesso da una scarsa fiducia in noi stessi, dalla consapevolezza, errata, di non riuscire ad affrontare quanto avviene di bello e brutto intorno, da soli, con le nostre forze, senza filtri, senza buttare giù qualcosa dall’esterno che ci dia la carica. Ed invece dobbiamo convincerci che siamo abbastanza forti da trovare dall’interno la grinta che ci serve, è da lì che deve venire e se verrà da noi sarà più facile, alla tentazione di ricorrere ancora ad aiuti esterni desistere e resistere. Dobbiamo darci la possibilità di metterci in gioco, a nudo, da soli davanti alla vita ed alle paure che scatena, potremmo scoprirci più forti di quanto ci credevamo e capire che non abbiamo bisogno di ingoiare niente per digerire la vita.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>