L’epidemia del sesso dilaga in USA

di Francesco Russo 1

È la Society for the Advancement of Sexual Health che ha evidenziato il problema. Negli Stati Uniti la sessodipendenza sta diventando una vera e propria epidemia. Nove milioni di americani sarebbero affetti da questa patologia, che tende a crescere sempre di più in modo compulsivo e sfrenato. Si è evidenziato come ben il 5% della popolazione è affetto da sexual addiction: tra questi vi sono sia uomini un po’ maturi (tra i 40 e i 50 anni), adolescenti e anche donne. Sembrerebbe che alla base del problema ci sia la pornografia online.

La sovraesposizione sessuale che Internet garantisce a chiunque porterebbe a ricercare continuamente il piacere e a consumarlo, sia attraverso l’autoerotismo che attraverso dei veri e propri rapporti sessuali sempre più frequenti. La dipendenza non è, però, soltanto un problema fisico, ma anche psicologico. Questo accade soprattutto per le donne che si imbarazzano dal dichiarare questa loro condotta sessuale. Perciò non parlano chiaramente con medici e psicoterapeuti che potrebbero aiutarle. Una donna affetta da sessodipendenza, la trentenne Valerie, ha dichiarato attraverso la rivista Newsweek come questa patologia le abbia cambiato radicalmente la vita:

Avevo toccato il fondo, ero totalmente fuori controllo. Facevo sesso selvaggio nei bagni dei fast-food, con i subordinati, i colleghi e con perfetti sconosciuti. Mi facevo anche pagare solo per il brivido che tale atto illecito mi procurava. Dopo aver tentato il suicidio con un’overdose di medicinali, ho deciso di curarmi. Il sesso era una forma di automedicazione per anestetizzare l’ansia, la disperazione e il terrore dell’intimità che mi perseguitava da quando, bambina, fui abbandonata.

Il colpevole di tutto ciò sembra essere Internet e i suoi contenuti. Perché mentre un tempo le persone erano restie a comprare videocassette, giornali e altro materiale pornografico in pubblico nelle librerie e nelle edicole, oggi non è più così. Il mondo del Web permette di consultare moltissimi siti hard e di avere continui riferimenti all’attività sessuale. I rapporti vengono, quindi, digitalizzati e l’erotismo diventa un’ossessione tangibile e da provare continuamente.

Commenti (1)

  1. ma che cavolo di correlazione è?
    La gente si farà se mai più seghe, grazie a internet, che c’entra farlo con chi capita? Dov’è il nesso? Anzi, dato che ti puoi masturbare in maniera più soddisfacente e meno complicata sarà minore l’incentivo a fare sesso con altri, no?
    La spiegazione dev’essere un’altra… per esempio che è diventata l’unica forma di contatto che ancora ha un minimo di senso intrinseco….

    Sam
    io valgo… l’alluce, e tu, che cosa avevi capito?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>