Lavoro autonomo: 5 buoni motivi per diventare liberi professionisti

di Ludovica Barnato 1

Se ne avete abbastanza di lavorare per la vostra azienda, se non andate d’accordo con il vostro capo o vi sembra di essere sottopagati per il lavoro che fate, l’ideale è mettersi in proprio, ma attenzione: diventare il boss di se stessi può avere evidenti vantaggi e insidiosi e meno visibili svantaggi.

Valutare con attenzione i pro e i contro del lavoro individuale è di fondamentale importanza. Prima di dire addio all’odiato lavoro che vi incatena alla scrivania, conviene valutare attentamente le possibilità che può offrire il vostro business. Per precauzione è meglio non lasciarsi prendere la mano dall’entusiasmo e andare avanti con il lavoro dipendente mentre collaudate il successo che riscontra il vostro progetto lavorativo sul mercato. Dopo un’ attenta valutazione delle possibilità concrete di avviare un lavoro in proprio, dei costi e dei rischi, non resta che vagliare gli aspetti positivi dell’essere padroni di se stessi.

  • Lavorando per se stessi non si deve limitare la propria creatività, nessuno è nella posizione di dirvi cosa fare e cosa non fare all’infuori del vostro buon senso. Se un progetto vi entusiasma potete realizzarlo senza bisogno di chiedere alcuna autorizzazione.
  • Lavorare per se stessi significa produrre per se stessi. Nessuno ci spronerà a lavorare di più o ci programmerà gli straordinari quindi se si lavora con passione, i risultati saranno ancora più soddisfacenti perchè dipendono esclusivamente da noi stessi.
  • Essere liberi professionisti significa poter programmare autonomamente i tempi di lavoro. Chi meglio del diretto interessato sa in che momento della giornata è più produttivo? La libertà di decidere quando lavorare consente anche di lavorare molto quando si è in vena, per potersi lasciare una giornata libera quando se ne avrà bisogno, senza dover chiedere un permesso. Gestire in autonomia i tempi di lavoro significa anche non dover chiedere le ferie.
  • Il lavoro indipendente elimina la possibilità di un licenziamento.
  • Lavorare per se stessi è di gran lunga più stimolante che lavorare per qualcun altro. La sfida è tutta con se stessi e le possibilità di successo dipendono solo da noi.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>