Mangiare la pasta riduce lo stress

di Valentina Cervelli Commenta

E’ cosa risaputa che un buon piatto di pasta sia in grado di mettere le persone nuovamente in pace con il mondo: avere conferma ufficiale che possa essere d’aiuto a combattere lo stress è ancora meglio. In fin dei conti, in questo modo qualche peccato di gola può essere considerato terapeutico.

Attenzione però: i benefici contro lo stress sono maggiori se si consuma della pasta integrale. Insomma, mangiare pasta ed alimenti ricchi di fibre e acidi grassi dà una bella spinta all’umore: a rivelarcelo sono i ricercatori dell’Università di Cork i quali hanno eseguito uno studio sugli effetti degli acidi grassi a catena corta sull’organismo. Una conferma di come cibi come frutta, verdura e cereali integrali possano aiutare il nostro benessere psicofisico. In fin dei conti l’effetto delle fibre sul corpo umano è cosa nota: esse rinforzano la mucosa che protegge le pareti dell’intestino sostenendo quella “barriera” che impedisce il passaggio nel sangue di batteri e sostanze nocive.

Ecco quindi che se la dieta prevede acidi grassi a catena corta l’organismo può contare su una piacevole sensazione di benessere e come mostrato su modello animale, anche ansia e stress scendono di livello dopo la loro assunzione. Ecco perché è possibile ipotizzare che anche per gli esseri umani i processi siano gli stessi e quindi l’assunzione di pasta integrale abbia effetti positivi non solo sull’organismo e anche sull’umore. In fondo perché resistere ad un buon piatto di pasta ogni tanto se è in grado di apportare tali benefici generali all’organismo ed alla nostra psiche?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>