Potenziare la memoria, dai semplici esercizi al metodo Gicotec

di Valeria Del Treste 2

 La memoria è una funzione psichica fondamentale che esercitiamo ogni giorno sotto vari aspetti, dal lavoro allo studio alle attività più diverse; a pensarci bene definirla semplicemente una funzione trascura la sua grande utilità.

La memoria infatti è un potenziale in grado di facilitarci la vita, è una risorsa che possiamo potenziare grazie a semplici esercizi che ci consentiranno di svolgere varie attività in poco tempo.

Esistono diversi metodi per potenziare le capacità mnestiche e, poichè riguardano esercizi per allenare la mente, aiutano contemporaneamente a migliorare la concentrazione.
Lo strumento più famoso è il metodo Gicotec, la cui efficacia è stata confermata scientificamente e trova applicazione in diversi ambiti. Il metodo Gicotec è stato ideato da Gianni Golfera, che è considerato l’uomo con la più grande memoria del mondo ed è utilizzato in corsi e seminari indirizzati a tutte le fasce di età ed a studenti o lavoratori. Il metodo Golfera vuole sconfiggere la convinzione errata secondo la quale la capacità di ricordare svanisce con il passare del tempo, attribuendo invece la causa del calo di memoria al fatto che crescendo spesso limitiamo attenzione ed interesse; in particolare il metodo Gicotec ci insegna ad allenare le capacità mnestiche utilizzando la memoria visiva e quella spazio-temporale.
In poche parole quando non riusciamo a ricordare un concetto dobbiamo trasformarlo mentalmente in immagini che lo rappresentano; così sarà più facile memorizzarlo perchè il nostro cervello è più attento al processo di creazione di immagini mentali più tosto che alle parole in sè. Per potenziare la memoria esistono anche strumenti più semplici e soprattutto da utilizzare in qualunque momento, come osservare attentamente una lista di nomi per un breve lasso di tempo e scriverli su un foglio subito dopo; si tratta di esercizi da fare con una certa frequenza e che piano piano vi permettono di potenziare la vostra memoria. Vi basterà notare la differenza del numero di parole ricordate di giorno in giorno per accertare il vostro miglioramento e potete farlo non solo con liste di parole, ma anche con racconti, numeri o esercizi specifici come quelli messi a disposizione dal sito http://www.altroconsumo.it/prova-memoria/

Commenti (2)

  1. hijozjpwbmhp, qhatheifnb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>