Natale 2009, come ridurre lo stress delle feste ed essere felici

di Valeria Commenta

stress Natale 2009Poco più di un mese al Natale 2009. Le feste in famiglia, i regali da scartare sotto l’Albero, i rendez-vous con gli amici, i pranzi e i cenoni infiniti. Il Natale 2009 potrebbe essere per voi, a dispetto delle apparenze, un buon momento per rilassarvi e godere della compagnia delle persone a voi più care. No, dunque, allo stress e ai pensieri negativi.

  1. Siate grati almeno due minuti al giorno: soffermatevi su ciò che vi circonda, apprezzate ciò che vedete, rallegratevi della compagnia cheavete e del vostro lavoro messo in atto affinché il Natale 2009 avesse successo nella vostra famiglia.
  2. Respirate lentamente:  nella frenesia natalizia, prendetevi ogni giorno qualche minuto per voi, accomodatevi su una poltrona, mani sulla pancia e fate almeno 30 lunghi e profondi respiri.
  3. Imperfetto è bello: non tutto può andare sempre come si vorrebbe, e la perfezione è un’utopia. Accontentatevi di ciò che avete, dell’atmosfera natalizia che si respira a casa vostra, e pensate che c’è chi non ha la possibilità di festeggiare o, peggio ancora, vive la solitudine anche durante il Natale.
  4. Fate una cosa alla volta: non sempre essere multitasking conviene. Fare una cosa alla volta spesso vi aiuta a non farvi cadere nello stress e a far sì che i risultati siano anche migliori.
  5. Mangiate lentamente: le vacanze di Natale sono il momento dell’anno in cui appare più cibo sulle nostre tavole. Attenzione dunque a non strafare e a mangiare lentamente. Occorrono circa 20 minuti al vostro cervello per capire che si è pieni. Dunque, rallentare i pasti da consumare può aiutare a farvi capire in tempo quando è il momento di dire basta con la tavola.  Un consiglio è quello di portare la forchetta alla bocca con il cibo, poi riporla nel piatto e masticare lemtamente, prima di riutilizzarla nuovamente.
  6. Se c’è un problema, analizzatelo: il Natale 2009 vi sembra fautore di problemi? E’ normale che, anche durante le festività, qualcosa possa andare storto, ma mai farne un dramma. Analizzate il problema, cercatene il lato positivo e l’insegnamento che da questo potete trarre. Magari per il Natale del prossimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>