L’arte della conversazione: evitare gli errori più comuni

di E. Negri Commenta

Rapportarsi in modo efficace con le persone è probabilmente una delle abilità più importanti che possiamo sviluppare. Tuttavia, molto spesso cadiamo in errori molto banali che rischiano di influenzare negativamente le nostre relazioni sociali.

Ogni persona ha il suo stile di conversazione, ma a volte capita di sbagliare su alcuni temi fondamentali. Si tratta di un problema che si può risolvere facilmente, facendo attenzione ad alcuni principi di base.

In primo luogo, non cediamo alla vanità. Molto di frequente infatti siamo tentati di parlare per ore della nostra nuova macchina, delle soddisfazioni del nostro lavoro o dell’intelligenza dei figli. E’ comprensibile essere orgogliosi dei propri successi o delle proprie fortune, ma non possiamo pretendere che tutti siano interessati ad ascoltarci a lungo su questi argomenti. Inoltre, molto spesso questa voglia di fare una buona impressione sugli altri porta a risultati opposti, sembrando o eccessivamente arroganti oppure particolarmente insicuri e desiderosi di essere ammirati. Cerchiamo quindi di essere modesti e di far partecipare tutti al dialogo. I nostri meriti importanti verranno comunque a galla.

Non dobbiamo essere troppo critici: smettiamola di sparare giudizi su ogni argomento. Non scagliamoci troppo severamente sullo stile di vita di un amico, sugli errori del proprio capo o sui difetti di un conoscente. Non dobbiamo sembrare troppo rigidi, a nessuno piacciono i moralisti. Serve cautela quando si critica gli assenti: se lo facciamo spesso, il nostro interlocutore potrebbe legittimamente pensare che sparliamo anche di lui quando non è presente.

Ascoltiamo realmente gli altri: tante persone non cercano di impostare un dialogo, ma di imporre un monologo. Questo probabilmente è il più grosso errore che possiamo fare.

Un punto molto delicato sono i consigli, in particolare quelli non richiesti: evitiamo di suggerire sempre cosa si dovrebbe fare. Anche quando una persona ci racconta i suoi problemi, potrebbe essere semplicemente per sfogarsi. Troppi consigli ci fanno sembrare invadenti e arroganti, quindi dosiamoli con attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>