L’obesità infantile è legata alla gravidanza e al fumo

di Francesco Russo Commenta

La gravidanza è un momento molto delicato per la vita di una donna. E’ importantissimo riuscire a non abusare con l’alimentazione. Molte donne sono in sovrappeso e proprio per queste non è facile affrontare tutti i nove mesi di gravidanza. Uno stile alimentare scorretto e ricco di alimenti dannosi non favorisce la salute fisica dello stesso nascituro. È quanto stabilito da una ricerca canadese che ha evidenziato come una gravidanza condotta con un forte sovrappeso e continuando a non fare a meno del vizio del fumo porta ad effetti dannosi sulla vita del neonato.

Il bambino sarebbe più a rischio rispetto agli altri coetanei per quanto riguarda l’obesità infantile. Questa tendenza può essere, però, accertata soltanto a partire dal terzo anno di età dei bambini, in quanto non è il peso iniziale o quello immediatamente successivo a determinare la tendenza a diventare obesi. I primi due anni di vita del bambino sono molto delicati, infatti, e caratterizzati ancora dall’allattamento e dallo svezzamento. Gli studiosi dell’Università di Montreal stabiliscono un chiaro legame fra obesità infantile e un certo tipo di comportamento assunto dalle madri durante i nove mesi di gravidanza. Uno degli esperti ha, infatti, affermato:

Abbiamo scoperto che tutti i bambini fino ai due anni e mezzo circa avevano traiettorie di indici di massa corporea simili. È a partire dai tre anni che, invece, si delineano i primi cambiamenti nella corporatura. Secondo i ricercatori due fattori influenzano questo fenomeno molto più di altri criteri precedentemente studiati, come il peso del bambino alla nascita: l’eccessivo sovrappeso delle mamme durante la gravidanza e la loro abitudine al fumo.

Sono stati esaminati all’incirca 2000 bambini dai cinque fino agli undici anni, monitorandoli di anno in anno. Sulla base dell’indice di massa corporea i piccoli sono stati separati in tre gruppi differenti. Quello risultante con un indice molto elevato era costituito prevalentemente da bambini con madri che durante la gravidanza erano in sovrappeso e fumatrici. Insomma, la salute va sempre salvaguardata, ma durante la gravidanza bisogna stare attenti non solo a sé stessi ma anche alla nuova vita che si porta in grembo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>