Stress, la canzone che lo uccide

di Valentina Cervelli Commenta

Combattere lo stress con una canzone: e non parliamo della musica in generale che è risaputo, quando ascoltata rilassa e di conseguenza aiuta ma di un brano che ha dimostrato uno scientifico abbassamento del livello d’ansia pari al 65%. Scopriamo insieme questa canzone miracolosa.

Weightless contro lo stress

Essa è Weightless, brano composto ed eseguito dal trio Marconi Union, e protagonista di uno studio condotto dalla società britannica Mindlab International e coordinato dal dottor David Lewis-Hodgson. Cosa ha di speciale questa canzone? E’ presto detto: Weightless, della durata complessiva di 8 minuti riesce con le sue armonie a far rallentare la frequenza cardiaca ottenendo di conseguenza il calo sensibile dei livelli di cortisolo nel sangue ed una diminuzione della pressione arteriosa. Insomma, riesce ad agire su quelle criticità fisiologiche tipiche degli stati d’ansia aiutando le persone a superare il loro problema in fase acuta. Una sorta di Xanax naturale e senza dubbio più salutare del corrispettivo chimico.

Weightless è una canzone speciale anche perché è stata incisa dal trio Marconi Union in collaborazione con terapisti del suono e psicologi, al fine di creare un brano appositamente strutturato per aiutare le persone a calmarsi.

La canzone e lo studio contro lo stress

 

L’ansia è un disturbo di cui soffrono moltissime persone: a diversi livelli di criticità ovviamente corrispondono terapie differenti che possono comprendere un supporto farmacologico più o meno intenso e tanta terapia per tentare di comprendere da dove la problematica possa aver avuto inizio per approcciarla al meglio. La musica è da sempre utilizzata come strumento per approcciare il disturbo: la potenza della musicoterapia è ormai dimostrata e spesso viene suggerito a chi soffre di ansia di aiutarsi ascoltando la musica. Tornando a parlare dello studio dedicato al brano ed ala sua capacità di affrontare il disturbo è stato reso noto come non solo Weightless (trad. Senza perso, N.d.R.) fosse l’11% più in grado di calmare l’ansia delle persone sottoposte al test, ma di come sia stato in grado di rilassare così tanto alcune partecipanti da riuscire a farle addormentare.

Come commentato a riguardo da Lyz Cooper, fondatrice della British Academy of Sound Therapy, la capacità della canzone di riuscire a causare un così forte rilassamento dipende dai principi musicali utilizzati nel brano e dalla disposizione scelta per le diverse armonie ma anche dalla sua lunghezza: gli 8 minuti di durata sono da considerare il tempo giusto per far scattare nel corpo la .  Il consiglio per capire se è valida? Provare ad ascoltarla e vedere l’effetto che fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>