Cucinare con la frutta secca: un’opportunità golosa, naturale ed altamente nutriente

di Redazione Commenta

La frutta secca è un ingrediente eccellente da mixare sapientemente per realizzare primi, secondi, dessert e gustose colazioni

In tema di alimentazione per chi ancora non lo sa è importante sottolineare che la frutta secca è un’amica insostituibile per il nostro organismo.

Anche se è doveroso consumarla con moderazione, in forza dell’elevato potere nutrizionale ed energetico di cui gode, è un alleato importante per la salute e il benessere.

Inutile lasciarsi intimorire dalla tabella delle calorie e dei valori proteici, scegliendo di non farne uso, negandosi autentici piaceri e benefici. È infatti sufficiente attenersi alle dosi quotidiane consigliate dai nutrizionisti e consumarla sarà un piacere.

Abituati a portarla in tavola nelle soluzioni più classiche come il ricco centrotavola natalizio, dove a regnare è l’abbondanza e la varietà, è bene imparare che la frutta secca può essere un ingrediente sfizioso per preparare un’infinita gamma di ricette, una serie di delizie da annoverarsi fra primi, secondi e l’immancabile dessert.

Il consumo di frutta secca negli ultimi anni risulta in deciso aumento, a riprova che molti italiani stanno scoprendo le tante ipotesi di utilizzo.

Chi ama cucinare valorizza l’uso della frutta secca portando in tavola piatti squisiti.

Di ricetta in ricetta, scopriamo come utilizzare la frutta secca in cucina

A partire dagli antipasti le opportunità di realizzare ricette con frutta secca sono innumerevoli.

Vediamo qualche esempio al quale poterci ispirare per arricchire la nostra tavola.

Per aprire un pranzo o una cena niente di meglio che considerare una fantasia di mozzarella con mandorle e olive su salsa di basilico, un’insalata di coniglio con misticanza e nocciole, una tartelletta al gorgonzola con noci e pancetta, dei datteri al pecorino e bacon, una freschissima insalata di broccoli con bacon, cipolla rossa, noci sgusciate e uvetta.

I primi di pasta saranno ancora più saporiti se sceglierete di utilizzare la frutta secca per impreziosirli. Prova ne sono ricette come i cavatelli con broccoli, mandorle tostate e mollica fritta, i ravioli di pistacchi alla carbonara, le tagliatelle di castagne con scampi e nocciole e gli spaghetti alla bottarga e arachidi. Ampia la gamma di vellutate, risotti, insalate, creme che si possono preparare mixando sapientemente la frutta secca ad altri ingredienti.

Niente di meglio che lasciarsi tentare dalla fantasiosa elaborazione dei secondi fra i quali scegliere la ricetta del vitello all’uccelletto con mandorle, fagiolini e bucce di limone, per procedere con la gelatina al latte di mandorle e gamberi, il petto di pollo in crosta di noci, gli involtini di carne ai pinoli e lo stoccafisso in insalata con carciofi e salsa di noci.

Il dessert per chiudere con gusto

Per chiudere con gusto, deliziando il palato con il dessert, la frutta secca è l’ingrediente perfetto per realizzare ineguagliabili biscotti alle mandorle con salsa allo zenzero e amarene, ‘brutti e buoni’ agli anacardi, ricchi panzerotti ripieni di nocciole tostate, mascarpone e cioccolato, mousse alle prugne e tegola ai pinoli, torta delle rose con prugne, fichi secchi al cioccolato, corona di brioche con datteri, cioccolato e fave Tonka, perfetta anche per la prima colazione.

La frutta secca da consumarsi a casa o fuori

Se i piatti più elaborati si consumano a tavola con famiglia e amici, chi ama preparare da solo tanti gustosi manicaretti punta anche alla predisposizione di muffin e barrette, perfetti per la colazione oppure da portare al lavoro o a scuola, per uno spuntino spezza-fame, o da mangiare dopo la palestra e l’esercizio fisico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>