Tecniche per parlare in pubblico, come essere efficaci

di E. Negri Commenta

Oratori si nasce? Non è vero: possiamo imparare ad affinare la nostra capacità di parlare in pubblico grazie all’esperienza e a qualche ottimo consiglio. Bisogna cercare di capire infatti come ottimizzare l’efficacia dei nostri discorsi. Ma non sempre è facile: la nostra società ha sempre meno tempo e voglia di ascoltare.

Quindi, riuscire a veicolare con forza un messaggio e catturare l’attenzione dei nostri interlocutori richiede tecniche sempre più avanzate. Si tratta però di risorse indispensabili soprattutto per chi per lavoro deve assolutamente farsi capire: insegnanti, relatori, manager, personal coach, ecc..

Molto spesso cercare e imparare tecniche per parlare in pubblico è una questione di organizzazione. Ovviamente in ambito lavorativo è un obiettivo più complesso, ma una volta padroneggiata l’arte, si rivelerà molto utile anche tra amici, parenti e altre frequentazioni.

Il primo passo, probabilmente uno dei più difficili, è controllare l’emotività attraverso l’acquisizione di tecniche per gestire lo stress. Per poter parlare in pubblico in modo vincente dobbiamo infatti sembrare calmi e autorevoli, per poter ispirare fiducia a chi ascolta.

Dobbiamo anche esercitarci per acquisire abilità nell’uso della voce per evidenziare il messaggio che vogliamo comunicare e sfruttare il linguaggio del corpo per rafforzare la comunicazione. Attenzione anche alla posizioni del corpo: niente mani in tasca, mani congiunte o incrociate sul petto.

E’ fondamentale, tra le tecniche per parlare in pubblico, quella di imparare a gestire i contenuti: stabiliamo una durata massima del discorso e cerchiamo di fare una sintesi efficace degli argomenti pertinenti, senza dare nulla per scontato e seguendo un rigoroso ordine espositivo. Abbellite il messaggio con esempi e metafore che possano catturare l’attenzione e, soprattutto, cercate di capire come personalizzare meglio il vostro messaggio a seconda degli interlocutori.

Guardate con sicurezza negli occhi dei partecipanti, ma senza aggressività: un oratore che fissa insistentemente le persone non produce buoni risultati. Da evitare anche lo sguardo nel vuoto.

Tra le tecniche per parlare in pubblico, c’è quella di eliminare le interferenze ambientali, come i rumori di sottofondo, la cattiva illuminazione ed eventuali sedie scomode.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>