Depressione post partum, un test per scoprire se si è a rischio

di Paola P. 1

Depressione post partum: quella sensazione di profonda disperazione, inutilità, quel senso di vuoto e quell’umore depresso che può affliggere le neomamme, minando l’equilibrio psicofisico e impedendo di godere appieno delle gioie della maternità.  Come scoprire se si è a rischio e se è il caso di contattare uno specialista per ricevere supporto psicologico e le cure del caso? Esistono diversi strumenti, tra cui test che è possibile svolgere da sole, ovviamente con estrema sincerità, ed in base al punteggio conseguito capire se è arrivato il momento di chiedere aiuto al medico.

Tra questi c’è la Edinburgh Postnatal Depressione Scale (EPDS),  creata da Cox nel 1987. Si tratta di dieci semplici domande a cui bisogna rispondere tenendo in considerazione e ben in mente le sensazioni che si sono provate nell’arco dell’ultima settimana, ed assegnandosi il punteggio relativo alla risposta scelta.

1) Ho riso e trovato il lato divertente delle cose:

  1. Come al solito
  2. Non proprio come facevo prima
  3. Raramente rispetto a prima
  4. Mai

2) Ho tratto piacere dalle solite cose:

  1. Come sempre
  2. Un po’ meno rispetto a prima
  3. Decisamente meno
  4. Difficilmente

3) Mi sono accusata di qualcosa anche senza motivo:

  1. Sì, per gran parte del tempo
  2. Sì, qualche volta
  3. Raramente
  4. Mai

4) Ho provato ansia e mi sono preoccupata senza una causa apparente o sufficientemente motivata:

  1. No, per niente
  2. Quasi mai
  3. Sì, a volte
  4. Sì, molto spesso

5) Ho avuto paura o sono andata nel panico senza un buon motivo:

  1. Sì, un bel po’
  2. Sì, a volte
  3. No, non molto
  4. No, per niente

6) Gli eventi e le incombenze mi hanno sopraffatto:

  1. Sì, il più delle volte non sono stata in grado di far fronte a tutto
  2. Sì, a volte non ho fatto le cose bene come al solito
  3. No, la maggior parte del tempo ho affrontato tutto molto bene
  4. No, ho affrontato la vita come sempre

7) Sono stata così infelice da avere difficoltà a dormire:

  1. Sì, la maggior parte del tempo
  2. Sì, a volte
  3. Non molto spesso
  4. No, per niente

8.) Mi sono sentita triste o infelice:

  1. Sì, la maggior parte del tempo
  2. Sì, molto spesso
  3. Non molto spesso
  4. No, per niente

9) L’infelicità è arrivata al punto da farmi piangere:

  1. Sì, la maggior parte del tempo
  2. Sì, molto spesso
  3. Solo occasionalmente
  4. No, mai

10) Ho pensato di farmi del male:

  1. Sì, spesso
  2. A volte
  3. Quasi mai
  4. Mai

Punteggio: Assegnatevi zero punti per la risposta 1; un punto per la risposta 2; due punti per la risposta 3 e tre punti per la risposta 4 per quanto riguarda la prima, la seconda e la quarta domanda. Per tutte le altre domande la risposta numero 1 varrà tre punti; la numero 2 due punti, la 3 un punto e la 4 zero punti.

Risultati test: Se avete totalizzato dieci punti o più di dieci punti è il caso di rivolgervi al vostro medico per cercare supporto ed affrontare insieme la depressione. Se avete risposto in maniera affermativa all’ultima domanda, dovete chiedere urgentemente aiuto. La depressione post partum non va affatto sottovalutata.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>