Autostima, Facebook la riduce?

di Valentina Cervelli Commenta

Autostima, davvero Facebook la riduce? Su questo particolare aspetto del carattere di una persona si potrebbe parlare a lungo. Ma per quanto nel tempo vi abbiamo presentato diverse ricerche ed opinioni sul rapporto di questo “sentimento” con i social network, ancora non siamo certi che davvero possa ridurlo in maniera così palese.

Insomma, guardiamo in faccia la realtà: il social network è uno strumento come tanti, presenti in rete per “unire” le persone. A seconda dell’utilizzo che se ne fa ovviamente possono esservi delle conseguenze, ma da qui a dire che riduca l’autostima ce ne vule. Certo, Facebook è un portale che per forza mette le persone a confronto con i propri contatti, evidenziando possibili differenze economiche e status sociale. Ma questo non deve per forza portare ad una decremento dell’opinione che si ha di se stessi. Questo social network è come normale che sia per sua natura una vetrina. Ed all’interno della stessa le persone, per quanto tentino di rimanere il più possibile fedeli a se stesse, cadono nella trappola di dare (in tutti i sensi, N.d.R.) un’immagine “migliorata” della realtà. Ecco quindi che nel confronto scatta l’insicurezza. Che non sempre però porta alla riduzione dell’autostima. Soprattutto se si è coscienti di come un social network funziona.

In alcuni casi, se si è in grado di trovare il giusto equilibrio con se stessi esternamente al social network, Facebook e gli altri social possono addirittura arrivare a rappresentare un piccolo stimolo per accrescere la confidenza in se stessi, per quanto possa sembrare assurdo.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>