Capire di essere ossessionati e dire basta

di Valentina Cervelli Commenta

ragazzo pensieroso

Può arrivare un momento nella vita, per tantissimi motivi, nel quale si è più vulnerabili ed emotivi nei confronti del mondo. Anche delle piccole cose. Anche, purtroppo, nei confronti delle persone. Sviluppare delle ossessioni nei loro confronti è sbagliato e capire di essere ossessionati e dire basta, per quanto difficile è un passo che va intrapreso.

La passionalità e l’interesse sono buoni sentimenti, l’ossessione è qualcosa da mettere da parte. Fa agire in modo non equilibrato, porta la persona a compiere azioni che spesso e volentieri non solo fanno del male o disturbano l’oggetto delle loro ossessioni ma che si ritorcono contro la stessa persona ossessionata.  Purtroppo spesso l’individuo non  si rende conto immediatamente del suo problema, quindi se notate un vostro caro soffrire questa condizione, con la dovuta calma e pazienza approcciatelo e fategli comprendere che potrebbe non godere del suo sano e solito equilibrio mentale.

Per risolvere l’ossessione è ovviamente necessario andare alla radice del problema: cosa ha creato questo attaccamento all’oggetto del desiderio della persona? Un problema di autostima? Attacchi di panico, un lutto o un incidente? In ogni caso è necessario eseguire una analisi attenta della propria psiche, avvalendosi di un aiuto professionale. In casi come questi non siamo sicuri che la semplice autoanalisi possa bastare a risolvere l’intera questione. E data l’alta percentuale di casi nei quali le ossessioni diventano un problema per una sana sopravvivenza delle persone coinvolte, è bene agire immediatamente prima che accada qualcosa di irreparabile. Se pensate di soffrire di tale condizione, non esitate a chiedere aiuto.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>