Come colmare i vuoti della psiche

di Valentina Cervelli Commenta

Le esperienze che viviamo nel corso della nostra esistenza ci formano ma contemporaneamente sono in grado di lasciarci con alcuni strascichi se risolti in modo negativo o rimasti in sospeso. Vediamo insieme di capire come colmare i vuoti della psiche.

Non è semplice agire sulla propria psiche e sul proprio carattere: è un lavoro che richiede tempo e che necessita di essere condotto secondo determinati crismi. Il primo consiglio che vi diamo quindi è quello di rivolgersi a delle persone qualificate in tale campo, psicologi principalmente. Essi saranno in grado di aiutarvi a tracciare un sentiero di comportamento ed in qualche modo di regressione fino a tornare al punto nel quale questo vuoto si è creato, cercando di darvi tutti gli strumenti necessari per colmarlo.

Perché è vero, forse semplicemente potremmo anche dirvi che per colmare quelli che definiamo buchi nella psiche non serve molto se non riuscire a tornare alla radice del problema ed affrontarlo apertamente, ponendosi le domande giuste e ragionandoci sopra. Ma quanti di voi sono davvero disposti a farlo e in quanti ce la farebbero a far fronte alla sofferenza che di solito comporta il prendere provvedimenti alquanto drastici? E’ questo uno dei quesiti che ci si deve porre.

Se volete tentare la strada dell’autoanalisi siete liberissimi di farlo. Cercate di non avere paura di guardarvi dentro. E forse quel vuoto nella psiche che si è creato riuscirà a trovare una soluzione reale, seria e duratura. Quel rimedio che tutti noi meritiamo a prescindere dalla nostra età e dalla nostra vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>