Esami di maturità, come combattere lo stress fisico

di Valentina Cervelli Commenta

Come combattere lo stress fisico legato agli esami di maturità? Tantissimi giovani si trovano a dover affrontare questo primo incredibile spartiacque che la vita adulta mette davanti alle loro strade: approcciarlo al meglio può aiutare a non soffrire troppo.

La prima cosa da comprendere è che per quanto vi sia bisogno di concentrarsi vi deve essere anche il momento per lo svago: cercando quindi di non fare troppo tardi e di alimentarsi ed idratarsi nel modo più adatto ci si può concedere un’uscita con gli amici o rilassarsi all’aria aperta. Prendersi cura di se stessi in questo modo favorisce il rilascio delle endorfine, soprattutto se si decide di fare dell’attività aerobica per scaricarsi la quale, tra le altre cose e se fatta con regolarità, stimola la corteccia frontale del cervello.

Quando si studia tanto uno dei primi sintomi che si provano è il mal di testa, calderone di cause primarie come lo stress, disturbi del sonno, sforzo della vista. Per evitare che ciò accada vanno stabilite delle pause che consentano al corpo di tirare il fiato e di idratarsi bevendo molta acqua: ne gioverà l’organismo e l’encefalo stesso.

Un’alimentazione sana ed equilibrata, piena di ottimi nutrienti può aiutare a reagire meglio alle somatizzazioni da stress: via libera in questo caso anche ai fermenti lattici. Insomma, quel che bisogna comprendere è che se non si vuole rimanere vittime della tensione a livello emotivo è necessario dare anche al proprio organismo quello di cui ha bisogno per funzionare al meglio in condizioni difficili.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>