Natale, siete pronti ad affrontarlo?

di Valentina Cervelli Commenta

Natale, siete pronti ad affrontarlo? Domanda lecita se si pensa che questo è uno dei periodi nei quali la depressione sembra fare capolino nella vita delle persone con maggiore veemenza. Parenti, stress, solitudine: a prescindere dalla propria situazione, quasi mai la festività è considerabile davvero serena.

Questo non significa che non possa essere una bella festa da passare in compagnia, ma è pur vero che è necessario tentare di arginare immediatamente quei pensieri non tanto allegri dai quali spesso si viene colpiti. Per prima cosa bisogna guardare al futuro e non al passato: il fatto che qualche persona possa mancare è essenzialmente fatto naturale della vita. Come anche la presenza di qualche problema economico: se si inizia a pensare a tutto ciò che non va si smette di riuscire anche a sopravvivere.

Nello sforzo di migliorare la propria situazione, sia economicamente che emotivamente è necessario tentare di incanalare le sensazioni negative al fine di allontanarle da noi. Mettersi in gabbia da soli è anche peggio di quando veniamo costretti in alcuni contesti. A tal proposito, Natale è il momento giusto per lavorare su se stessi e sulla capacità di apprendere come “sopportare” gli altri. Tentate di sforzarvi nell’andare d’accordo. Ed in caso, con molta educazione e presentando degli esempi, fate capire alla gente che vi “tormenta” dove risiede il problema e quali sono i loro comportamenti che vorreste evitassero: ogni tanto vi può essere comprensione anche dall’altra parte.

Il messaggio finale? Apritevi alle novità, non siate degli orsi e provate a dare delle possibilità agli altri: ne vale la pena.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>