Scaricare i nervi in silenzio

di Valentina Cervelli Commenta

Scaricare i nervi in silenzio completo non è impossibile. Forse meno soddisfacente di un urlo, o di uno sfogo fisico e sportivo ma non è impossibile. Esso si rende talvolta necessario nei momenti in cui qualcosa ci fa totalmente vedere nero ma le condizioni nelle quali ci troviamo non ci consentono di fare molto.

Uno dei modi più semplici attraverso i quali scaricare i nervi in silenzio è quello di sfogarsi su un social network: non sarà forse il massimo se la persona che chi ha fatto imbufalire vi è presente, ma è un metodo estremamente silenzioso e più o meno efficace se avete la possibilità di mettervi a scrivere senza che nessuno vi interrompa. Probabilmente non mancheranno le domande sul vostro malessere, ma di sicuro un minimo di sollievo lo troverete, senza sbottare pericolosamente.

Un altro metodo per scaricare i nervi in silenzio è legato alla ripetizione di un mantra dentro la propria testa. E’ uno strumento decisamente più impegnativo perché presuppone di avere la lucidità necessaria di mettere in atto una tecnica di autoconvincimento che non sempre è da considerare fattibile. Una volta entrati nel meccanismo però è molto efficace: non solo pian piano ci si calma, ma si inizia a comprendere come spesso sia assolutamente inutile farsi prendere dalla rabbia. Perché in questo caso si è soli con se stessi, tentando di modificare in modo importante il proprio comportamento istintivo.

Scaricare i nervi in silenzio, come vedete è possibile. E voi? Avete delle tecniche particolari che volete condividere e che per voi funzionano meglio?

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>