Slow life, rallentare per combattere la frenesia

di Valeria Del Treste 2

Per combattere lo stress e la frenesia che ci circonda è nata la “slow life“, un invito a “vivere con calma” che si svolge precisamente il 19 febbraio e al quale hanno aderito moltissime persone provenienti da città diverse del nord e del sud Italia. Più che una manifestazione la slow life è un valido strumento per contrastare l’ansia e la sensazione di non poter controllare il nostro tempo e che però non è basata sul semplice oziare, bensì sullo scacciare lo stress imparando ad apprezzare ogni secondo senza distrarci continuamente dagli impegni quotidiani.

Per questo è nata la “Giornata della lentezza“, durante la quale ogni città aderirà a suo modo per ricordare ad abitanti e turisti che per vivere serenamente bisogna imparare a vivere il presente senza ansia; per esempio qualche anno fa  a Roma hanno organizzato una “maratona lenta” che partiva da Piazza Trilussa e proseguiva fino a Piazza Santa Maria in Trastevere, prevendendo un cammino di soli 300 metri in un’ora e mezza!

E’ proprio a Roma che nasce lo “slow movement“, una forma di protesta contro l’apertura del Mc Donalds in Piazza di Spagna; infatti la slow life coinvolge vari aspetti a partire dal culto del mangiare, che vede il fast food contrapposto allo slow food, il quale elogia la lentezza sia nel cucinare che nel gustare i piatti e per il quale sono stati organizzati numerosi itinerari e degustazioni enogastronomiche. Le manifestazioni legate allo slow food, inoltre, non mirano solo a raggiungere la calma interiore ma anche ad insegnare a mangiare in modo sano e ad informarsi sulla provenienza e la qualità del cibo.

Come quelli di cui abbiamo parlato esistono molti altri modi adatti a riprenderci il nostro tempo e  per liberarci dalla convinzione che se non svolgiamo i nostri compiti nel minor tempo possibile non staremo in pace con noi stessi, che riassume le idee-guida comuni a gran parte della nostra società ma che invece di arrecarci benessere ci impedisce di vivere davvero il tempo a disposizione.

Infine esistono altri movimenti che si riallacciano alla slow life, come lo slow fitness, che attraverso corsi di pilates o meditazione permette di raggiungere il benessere a livello sia fisico che mentale.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>