Aiutarsi a smettere di fumare

di Francesco Russo 2

Proprio qualche giorno fa, vi abbiamo parlato della situazione psicologica presente nella testa del fumatore e dei nuovi passi da gigante che sta compiendo la medicina per aiutarci a prevenire il Cancro ai polmoni. Oggi dedichiamo ancora il nostro tempo ai fumatori, soprattutto a coloro che stanno cercando un aiuto per smettere di fumare. Anche se siamo un po’ in ritardo per i propositi di inizio anno, ogni momento è quello buono per far si che si tuteli la propria salute. C’è bisogno di volontà ed anche di un buon supporto morale, ma noi di IoValgo, vi vogliamo almeno dare qualche consiglio per evitare di continuare a rovinarsi la salute.

Come prima cosa, è indispensabile che il fumatore prenda carta e penna ed annoti una serie di motivi che lo veicolano verso l’allontanamento dal fumo e dal tabacco. Tutto quello che si sentivano di fare prima con molta forza (ad esempio le scale e le partitelle a calcetto), e che invece adesso fanno con più fatica; questo è già uno sprint in più di motivazione.


Nella fase iniziale dell’allontanamento dal fumo, non lasciamoci ingannare dalla paura di assuefazione da sostitutivi, ma siamo anche ben felici di utilizzare caramelle e gomme in sostituzione del fumo (ovviamente sempre senza abusare). Evitare poi fortemente di imporsi un numero minimo di sigarette giornaliere (appena sveglio e dopo il caffe). Meglio cambiare anche le proprie abitudini in relazione al cambiamento di vita. Puntiamo le nostre attenzioni su un hobby (meglio uno sport) che ci distragga dal fumo.

Dimentichiamoci poi dell’idea che due o tre tiri si possono fare perchè sono meno dannosi e quindi evitiamo accuratamente anche di accendere la sigaretta “quel famoso giorno” di stress forte che proprio ce la richiama, festeggiando magari con il proprio partner e non con una “bionda”.
Ovviamente questi consigli necessitano di una forte forza di volontà, ma piano piano si può abolire la propria voglia di fumare, l’importante è sentirsi più forti e non sentirsi dipendenti dalla nicotina, che d’altronde non potrà mai darci nulla di buono.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>