Autostima: consigli pratici

di E. Negri Commenta

Per molti l’autostima è una caratteristica innata. Per chi invece ha più difficoltà ad apprezzarsi, ecco una serie di piccoli suggerimenti che ci permettono di svilupparla giorno dopo giorno.

Attenzione ai tuoi pensieri: molto spesso riusciamo a sabotarci con la nostra mente. Quando ci ripetiamo frasi come “Non sono all’altezza”, “Non ci riuscirò mai”, “Non sono capace”, ci convinciamo davvero di non essere in grado affrontare una situazione che in realtà potrebbe essere alla nostra portata.
Questi pensieri negativi esprimono solamente la paura di misurarsi con un problema. Diventa fondamentale quindi diventare il più possibile consapevoli di questo approccio e iniziare a cercare di sostituirlo con pensiero come “Ho già affrontato qualcosa di simile o di più impegnativo, posso raggiungere anche quest’obiettivo”.

Cura il tuo aspetto: l’immagine che trasmettiamo esternamente ha anche un impatto determinate dentro di noi, sulla nostra autostima. Quindi è necessario un impegno quotidiano per migliorare anche in questo campo. Andare dal parrucchiere, truccarsi ogni mattina, scegliere un vestito elegante, possono essere trucchi utili per “coccolarsi” e sentirsi più a proprio agio con se stessi.

Lo sport ci aiuta ad avere un fisico migliore, ma una conseguenza estremamente positiva dell’attività fisica è anche il rilascio di endorfine. Inoltre l’attività sportiva ci abitua a scegliere dei risultati concreti da raggiungere, credendo nelle nostre abilità.

Prova a sorridere di più: un sorriso aiuta sempre il buonumore. E spesso distende le relazioni interpersonali, facilitandoci nei nostri rapporti.

Impara a dire di no: impara a mediare fra i tuoi bisogni e quelli degli altri. Se pensi di non poter dire mai di no, probabilmente stai solo sottovalutando te stesso, agendo come se le tue necessità fossero sempre quelle meno importanti. Inoltre, un po’ di fermezza può valorizzare le tue scelte e le tue opinioni, soprattutto in ambito lavorativo.

Aiuta gli altri: essere generosi ci fa sentire bene. Se non siamo in grado di dare una mano a nessuno, spesso inconsciamente ci convinciamo di non aver nulla da offrire al nostro prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>