Come ridurre l’ansia da matrimonio?

di Francesco Russo 1

Siete pronte a dire sì per tutta la vita all’uomo che amate? Molto spesso si crede di essere pronte, quando in realtà ci si fa prendere da una forte ansia dovuta non troppo all’amore che provate per il vostro lui, ma per i preparativi e lo stress che comporta l’organizzare il matrimonio dei propri sogni.

A tutto, però, c’è una soluzione. Sta, infatti, spopolando negli ultimi anni la tendenza ad affidarsi ad un professionista per le proprie nozze, ad un wedding planner. Diventato famoso per i suoi programmi su Real Time, Enzo Miccio è l’emblema dell’organizzatore di matrimoni che pensa ad avverare tutti i desideri degli sposi. Ambientazioni, location, fiori, preparativi, tutto sarebbe curato nei minimi dettagli. Per fare ciò, però, c’è bisogno di una disponibilità monetaria che forse non tutti gli sposi di oggi hanno. Ed è per questo che si può comunque organizzare un matrimonio low cost senza alcuna ansia. Ci sono tantissimi forum on-line e comunità che possono consigliarvi come essere perfetti quel giorno. Nel caso non si abbia molta dimistichezza con la tecnologia informatica si possono usare i metodi tradizionali e chiedere direttamente alle amiche.  In ogni caso, però, bisogna ricordare che le decisioni importanti vanno condivise con il proprio partner.

La scelta del matrimonio e della sua gestione è una prima prova per la coppia che deve imparare a convivere con le proprie differenze e venirsi incontro per decidere ciò che soddisfa i desideri dell’altro. Per combattere lo stress la psicoterapeuta Fabia Schoss dà alcuni consigli per le giovani spose:

L’ansia da preparativi per il matrimonio si può dominare con esercizi molto semplici che hanno effetto se ripetuti con costanza. Con un buon allenamento si arriva a essere attente, concentrate e presenti in ciò che si fa. Si impara ad affrontare una cosa per volta: solo su quella si deve concentrare il pensiero, null’altro deve affollare la mente per non lasciarsi travolgere e farsi prendere dal panico.

Il consiglio ricorrente è quello di stendersi sul letto e rilassarsi o facendo dei pensieri positivi, anche da ripetere a voce alta, oppure di fare stretching sgranchendo l’ansia con degli esercizi di movimento.

Foto Credits| buccellaassociati su Flickr

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>