Fermezza contro il bullismo online

di Valentina Cervelli Commenta

Non si parla mai abbastanza di bullismo online. E fermezza è necessaria, sia se lo si vive, sia in caso se ne sia testimoni. Alla base di tutto infatti c’è la “debolezza” della persona che attacca inutilmente. Ed il modo migliore di combatterlo è spesso reagire e soprattutto denunciarlo.

Prendiamo il bullismo online. E’ qualcosa di immensamente crudele e con target di ogni genere. Nascosti da un computer è facile essere “cattivi” ed attaccare l’autostima delle persone. Soprattutto quelle che si vedono essere più deboli. La prima cosa che una persona attaccata deve ricordare è che ciò che il bullo dice non è mai realtà. Le sue azioni sono frutto di inadeguatezza ed ignoranza. L’autostima di una persone non deve esserne intaccata. E soprattutto è necessario, quando tali cosa accadono, portare l’attenzione sul comportamento sbagliato del bullo stesso.

Fermezza ed in molti casi ironia. Quest’ultima può essere un’ottima arma per contrastare l’ignoranza e mettere al centro dell’attenzione la persona che si sta macchiando di quest’azione disdicevole. Giocare con le parole e con le immagini in internet è facile: facciamo parlare loro. Per esperienza personale possiamo dirvi che niente mette di più in crisi un bullo online che mostrare la propria forza. Perché ad un punto non sarà più in grado né di controbattere né di farsi grande davanti agli “amici” sui quali poggia in qualche modo la sua forza.

Quindi davanti ad un’offesa online non scappate. Affrontate con calma chi vi tratta male, sottolineando ironicamente le sue pecche: troverà ben presto non divertente l’attaccarvi.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>