Frustrazione, 3 modi per combatterla

di Valentina Cervelli Commenta

La frustrazione è un sentimento di quelli che non si vorrebbero sperimentare mai. Vogliamo segnalarvi tre modi per combatterla che vi possano consentire di tornare ad uno stato di calma il più presto possibile.

1) Urlare

Comprendiamo che non sia sempre attuabile soprattutto se vi trovate in un contesto lavorativo, ma è forse una delle cose che più liberano mente e corpo quando ci si trova immersi nella frustrazione più nera. E di solito è l’unica azione che consente di non spaccare ogni singolo oggetto che ci si trova davanti quando la rabbia sale in modo molto netto.Quel che bisogna imparare a fare è utilizzare le proprie corde vocali al massimo della loro estensione senza sforzarle e quindi procurarsi un danno. Di solito va bene anche urlare con tutto il fiato che si ha in corpo una qualsiasi canzone.

2. Attività fisica

Distruggetevi di attività fisica. Correte, saltate, fate del fitness in ogni sua sfumatura. Bisogna sudare e stancarsi. I muscoli più stanchi sono quelli in grado di rendere “poltiglia” ogni singola cellula di rabbia presente nel nostro corpo. Non vale la pena distruggersi o farsi del male. Ma si può sfogare la propria frustrazione facendo del bene al proprio corpo.

3. Cucinare

Nel modo giusto di rispondere alla frustrazione c’è anche quello di cucinare ciò che vi piace. Quel che vi consigliamo di fare in questi casi è essenzialmente di buttarvi su cibi buoni e salutari perché intendiamoci, la prima cosa che si farà una volta pronti… Sarà quella di mangiarli! Quindi meglio prevenire che curare dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>