Io valgo! Come farsi notare in ogni situazione

di Luciana 1

Quante volte avete detto e pensato questa affermazione: Io valgo! Noi, come potete notare, abbiamo dedicato un intero blog al significato e contenuto di questa frase, che è immensa. Purtroppo il più delle volte e in qualsiasi situazione, sia di lavoro e non, è necessario sempre far leggere nero su bianco chi siamo, come un biglietto da visita già strutturato e pronto sempre per l’uso, ma è questa la vostra essenza?

Chi siete voi si nota nel vostro comportamento, nel vostro modo di pensare e agire, è nei fatti che si capisce di che pasta è fatta una persona, siete d’accordo? E’ vero anche che al giorno d’oggi, tra la disattenzione di tutti, bisogna presentare delle solide premesse e dare informazioni su “chi siamo” e “cosa facciamo”. Ma una persona nello scrivere può anche esagerare, e la dimostrazione ne sono i vari curriculum gonfiati che molte aziende ricevono.

Illudere gli altri facendo credere qualcosa che voi non siete non è difficile, ma non serve. Fatevi valere mostrandovi e facendovi conoscere, dimostrando nella pratica il vostro valore nell’essere e avere, vedrete che le persone vi presteranno attenzione. Non vi aiuta demoralizzarvi, piangervi addosso e marcire sull’orgoglio, siate combattivi e non stancatevi mai di credere in voi stessi.

Tutto questo non significa essere egocentrici e presuntuosi, o meglio, non esserlo in modo negativo. Per migliorare la stima e fiducia in voi stessi, dovete mettere in relazione il vostro “dire e fare”, solo così avrete risultati mirati alla soddisfazione e appagamento. Ad esempio, se dovete conquistare una persona non esagerate troppo a evadere su di voi, la chiarezza e la verità è più apprezzata di qualsiasi bugia, e evita di avere sorprese andando avanti nel rapporto.

Vantarsi di fumo danneggia solo la vostra persona, quindi è bene godere della propria concretezza e di quello che si è veramente.

Io valgo? Dimostratelo.

Commenti (1)

  1. bello il motto io valgo, ne ho un altro “perungiorno.it la community che ti ascolta”
    che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>