La paura delle donne? Cosce, fianchi e glutei

di Francesco Russo 1

Si avvicina l’estate e la tanto attesa prova costume. È per questo che la maggior parte delle donne cerca di trovare tutti i rimedi migliori per poter essere perfette nel momento opportuno. Più volte abbiamo ripetuto che non è importante la bellezza estetica, ma fondamentale è sentirsi bene con il proprio corpo e in salute.

Interessanti sono i risultati di una ricerca promossa da Nestlè Fitness che ha coinvolto attraverso interviste via web circa 500 donne. In occasione del lancio di “1,2,3 Pancia Piatta – Bikini Social Program“, si è chiesto alle donne quanto sono preoccupate per la prova bikini e quanto si ritengono pronte. È risultato che otto donne su dieci non si sentono ancora nel pieno della forma.

Le paure maggiori sono concentrate per la pancia, i fianchi, i glutei e le cosce. Queste sono le zone del corpo delle donne che preoccupano di più. Rimettersi in forma è possibile attraverso un’alimentazione sana. È per questo importante seguire una dieta e abbinarla alla giusta dose di attività fisica. Infatti, molte donne preferiscono fare attività fisica in casa o in palestra perché vogliono fare poche rinunce a tavola dopo aver perso il giusto peso e aver fatto sacrifici durante la dieta. L’attività fisica può essere svolta in compagnia e divertendosi, sicuramente questi sono due fattori che spingono a sentirsi bene con se stessi. La perfetta forma fisica preoccupa e crea ansia in moltissime donne. Infatti, le intervistate hanno dichiarato di essere molto poco contente e del proprio corpo e molte altre hanno deciso di non esprimersi proprio in merito all’argomento.

La dieta perfetta? Le donne ritengono che per perdere peso devono mangiare verdure, frutta, pesce, yogurt e cereali. Inoltre, tendono ad informarsi sui diversi mezzi di informazione per carpire le notizie più importanti per avere un peso forma invidiabile. Molte consultano Internet, che sembra essere la fonte più veloce e più consultata, altre si rivolgono alle riviste femminili, alle etichette dei prodotti. Soltanto un 24% delle donne intervistate va direttamente da un dietologo.

Foto Credits| windsonmeleck su Flickr

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>