Ricordarsi di valere e volersi bene

di Valentina Cervelli Commenta

Bisogna ricordare di valere e volersi bene. Queste due azioni così semplici sono quelle di solito quelle più “dimenticate” da tutti quanti noi. Talvolta per lo stress e per la fatica di seguire una vita caotica. Altre volte perchè pensiamo di non meritare di essere felici.

E’ ovvio, in quest’ultimo caso è la depressione a prendere il comando della nostra vita. Ma anche in questo caso possiamo fare qualcosa? La risposta è positiva, ma dobbiamo capire prima di tutto che la nostra felicità è importante al pari di diverse altre cose: che noi siamo importanti. Come persone abbiamo un valore inestimabile. E lo abbiamo anche quando gente ignorante fa tutto per abbatterci. Quando non ci si ricorda di valere e si smette di volersi bene ci si impelaga in situazioni dure e moleste da superare perché quasi sempre si instaura un problema di comunicazione con noi stessi molto vasto. Ci si vede nel modo sbagliato e non si riesce a tirar fuori la forza di volerci bene. E si cade ancora più a fondo.

Cosa possiamo fare per noi stessi? Prima di tutto comprendere che siamo speciali così come siamo. Che ovviamente possiamo migliorare per noi stessi ma che assolutamente non meritiamo nulla di cattivo. Non dobbiamo farci imporre comportamenti che ci fanno star male per ricatti (morali o meno) o per soldi. Essere noi stessi è la cosa più importante perché ci consente di essere felici. Impariamo a volerci bene per vivere meglio la nostra vita. Valiamo, a prescindere da quel che ci dicono gli altri.

Photo Credit | Thinkstock

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>