Violenza psicologica, 5 segni

di Valentina Cervelli Commenta

Quando si è vittime di violenza psicologica difficilmente si è consci di esserlo. Vediamo insieme quelli che sono i principali segni distintivi di questa situazione. Possono aiutare a comprendere la propria situazione o quella di coloro ai quali si vuole bene osservando il potenziale aguzzino.

donna-triste

1. Sminuisce la persona

Coloro che vogliono sminuire gli individui e la loro personalità puntano sul calo netto dell’autostima di questi. Ecco quindi che vengono ripetute in più di un’occasione frasi che puntano a sottolineare lo scarso valore, che non valgono la pena, che nessuno li amerà mai più della persona che tenta di tenerli sotto giogo.

2. Controllo degli affetti

Isolamento e controllo degli affetti. E’ qualcosa che tendono a fare più gli uomini sulle donne, ma questo non significa che non accada a parti inverse. E’ generalmente il “vizio” di considerare il proprio compagno/a come proprietà e non una persona.

3. Stalking  e limitazioni

La persona abusante è di solito una maniaca del controllo che tiene sotto scacco l’altra con atteggiamenti tipici dello stalking ed un continuo approccio basato su innumerevoli chiamate e controllo delle azioni. Di solito coloro che si comportano in tal modo sono anche molto gelosi.

4. Minacce ed insulti

Attacchi verbali di ogni tipo e minacce ingiustificate che non coinvolgono solo chi è vittima di violenza psicologica ma anche la sua famiglia. E’ basilare allontanarsi appena segnali di questo tipo si presentano. Sono la manifestazione più chiara.

5. False scuse

Il ciclo è sempre lo stesso: violenza psicologica e dopo false scuse. E’ importante non farsi risucchiare in questo circolo vizioso.

Photo Credit | Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>